menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Mi stupra da un anno»: minorenne accusa il padre di violenza

La denuncia della madre della ragazza risale all'estate scorsa. L'uomo è sottoposto alla misura cautelare dell'allontanamento dalla casa familiare

La ragazza è in grado di sostenere l'incidente probatorio. Questo scrive il consulente psichiatrico del giudice Marco Biagetti a riguardo della ragazzina di 14 anni, che abita in un comune dell'hinterland trevigiano, che accusa il padre di averla violentata per oltre un anno

La vicenda risale alla scorsa estate e si svolge in un ambiente familiare composto da cittadini albanesi. La madre della ragazza, che successivamente ha sporto la denuncia che ha portato al procedimento in corso, dai primi anni di matrimonio - che è stato celebrato nel loro paese - è vittima di maltrattamenti. Gli abusi e le violenze nei confronti della madre della vittima vanno avanti fino a quando, esausta, decide di confidarsi con la figlia. «Voglio morire, sì...mi uccido» dice disperata. La ragazza le da una risposta sorprendente: «Non vorrei mica lasciarmi sola con quell'orco?».

La donna allora decide di indagare e svela la tremenda verità. Di sabato, quando l'uomo è a casa da solo con i figli, scatterebbero le violenze che finiscono sempre con le stesse parole: «Non dire nulla, altrimenti sono guai». La madre, che non ha mai denunciato il marito per i maltrattamenti subiti, decide quindi di andare a sporgere denuncia. L'uomo viene subito allontanato dalla casa ma a quel punto la famiglia non ha di che vivere. Il giudice dispone allora nei confronti della moglie e dei figli un importo, che viene direttamente trattenuto dal datore di lavoro e versato a disposizione dei familiari.
 

«Non l'ho mai detto - ha ripetuto la ragazzina - perché lui mi ha minacciato ma queste violenze vanno avanti da oltre un anno». Il consulente del giudice, nell'attestare la piena capacità della ragazzina, ha però fatto presente che è meglio che l'incidente probatorio si svolga al più presto, per evitare alla vittima ulteriori danni di natura psicologica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento