menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mom: è boom del biglietto via sms (+13%), accordo con rivendite ad un passo

Il direttore generale Giampaolo Rossi: "E’ doveroso avere una oculata gestione economica, perciò, sul fronte dei rapporti con le rivendite era indispensabile uniformarsi alla situazione di mercato"

TREVISO Dal primo gennaio 2017 MoM ha proceduto al riordino nei rapporti di convenzionamento con le attività commerciali autorizzate alla rivendita dei titoli di viaggio. L’azienda, nata dalla fusione di quattro realtà del trasporto pubblico locale, si trovava infatti da tempo a sottoscrivere accordi disomogenei nel territorio in cui opera, situazione non più procrastinabile.

“Mentre i due terzi delle rivendite autorizzate MoM aveva un aggio intorno al 5% (eredità degli accordi in essere con CTM, La Marca e ATM) per le rivendite dell’area urbana di Treviso (ex ACTT) era in essere un accordo che prevedeva un aggio maggiorato all’8% per quanti si rifornivano in biglietteria. E’ chiaro – spiega il direttore generale Giampaolo Rossi - che la situazione non potesse perdurare: MoM è una azienda unica e come tale deve operare nei rapporti con le associazioni di categoria e con la propria rete commerciale. Si è quindi aperta una trattativa con le rappresentanze sindacali di tabaccai ed edicolanti, ormai in positiva dirittura d’arrivo, con soddisfazione per entrambe le parti. Un accordo che avrà durata triennale, garantendo quindi reciproca collaborazione e sicurezza economica”. Va detto che buona parte degli operatori ha da subito compreso la necessità di rimodulare le convenzioni: oltre il 50% dei rivenditori ha, infatti, già sottoscritto la nuova convenzione, prima ancora che si andassero a chiudere le trattative. “In ambito urbano di Treviso ci sono attualmente 115 rivendite operative – aggiunge la direzione - è evidente che il servizio è ben garantito”.

“E’ dovere di una azienda come MoM avere una oculata gestione economica, perciò, sul fronte dei rapporti con le rivendite era indispensabile uniformarsi alla situazione di mercato”, fa notare sempre la direzione.

La scelta di intervenire sulla rete vendita non è solo contrattuale, ma anche di natura strategica. Il Piano Industriale approvato dall’Assemblea lunedì 30 gennaio ha infatti previsto l’ampliamento del Mobile Ticketing, con la progettazione di iniziative nel 2017 che già dal 2018 porteranno benefici economici. Significa anzitutto spingere l’acceleratore sull’acquisto via SMS, alla portata di tutti, anche di chi non ha uno smartphone. Il biglietto via SMS si può fare per il servizio urbano di 17 Comuni: Treviso e Hinterland, Montebelluna, Asolo, Vittorio Veneto, Conegliano. Il servizio è pubblicizzato a tutte le fermate della rete MoM sulla tabella orari. L’SMS va inviato al numero 4850208 con testo MoM per ricevere un biglietto digitale valido 75 minuti.

Il biglietto via SMS, nato nel 2013, ha visto crescere costantemente il numero degli utilizzatori: 104mila nel 2014, 132mila nel 2015, 145mila nel 2016 (+40% nel triennio). In particolare, nel mese di gennaio (primi 29 giorni) la crescita è stata esponenziale (+13%, passando da una media di 399 biglietti/giorno del 2016 a 450). Ha, inoltre, mosso i primi passi in questi mesi l’app MyCicero, che rappresenta una semplice alternativa per l’acquisto del biglietto, valido, in questo caso, anche per le tratte di MoM, extraurbane comprese. Le rivendite saranno sempre più orientate a fornire servizi digitali: rinnovi di abbonamenti, ricariche di titoli di viaggio, ricariche di borsellini elettronici per l’App. “La nostra rete vendita non è mai venuta meno – conclude il presidente Giacomo Colladon - città e provincia sono coperte. No quindi a strumentalizzazioni anche da parte di sigle sindacali che, nonostante lo spazio dedicato dai media, rappresentano circa 50 iscritti su quasi 600 autisti MoM. Anzi, questa trattativa non è stata un problema per gli autisti che hanno avuto quanto di loro spettanza, per qualche biglietto in più fatto a bordo in questi giorni. Con questo sciopero mi pare poi che SGB sia andata “fuori tema” dal momento che lo aveva proclamato a suo tempo sul tema dei danni per incidenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento