rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Centro / Via A. Caccianiga

"Ieri rifugiati, oggi terroristi": sulle mura compare uno striscione di Gioventù Opposta

Il movimento di estrema destra trevigiana ha voluto in questo modo protestare contro gli attentati terroristici: "Se veramente i governi delle capitali europee hanno la volontà di combattere il terrorismo è necessario il blocco totale dell'immigrazione"

TREVISO Uno striscione sulle mura di Treviso, al Varco Caccianiga, in riferimento alla strage di Berlino e che riporta la frase "Ieri rifugiati, oggi terroristi". Questo quanto affisso nella notte dal movimento di estrema destra "Gioventù opposta". "Il ricercato tunisino Anis Amri, accusato di aver compiuto la strage ai mercatini natalizi della capitale europea, era registrato in un centro di accoglienza a Emmerich sul Reno - fanno sapere i militanti - Successivamente gli è stato negato l'asilo politico ma mai rimpatriato perché senza documento d'identità".

"Il fatto che siano rifugiati politici e immigrati di seconda o terza generazione ad essere i responsabili degli attacchi terroristici che stanno insanguinando l'Europa - continuano i militanti -  non deve assolutamente passare inosservato. Se veramente, i governi delle capitali europee, hanno la volontà di combattere il terrorismo è necessario il blocco totale dell'immigrazione e il rimpatrio di tutti gli immigrati sospetti o con precedenti penali. Non possiamo e non dobbiamo permettere che l'Europa, un tempo faro di civiltà, venga colpita e distrutta da chi fa del terrorismo il proprio credo religioso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ieri rifugiati, oggi terroristi": sulle mura compare uno striscione di Gioventù Opposta

TrevisoToday è in caricamento