rotate-mobile
Cronaca San Giuseppe / Via Noalese, 110

Chiedono l'elemosina ad un'anziana: lei rifiuta, la derubano

L'episodio martedì pomeriggio nel parcheggio del supermercato Mega di via Noalese a Treviso. La polizia, grazie all'identikit della donne, riescono a fermare tre cittadini romeni che sono stati denunciati: un 32enne e due donne di 26 e 27 anni. L'invito della Questura in vista delle Feste: fate attenzione

Hanno avvicinato un'anziana con un pretesto di farle firmare una petizione per una fantomatica raccolta fondi in favore dei bambini disabili. Quando la donna, una trevigiana di 75 anni, si è rifiutata, loro le hanno sfilato il portafogli, fuggendo via. Gli autori, due donne romene di 27 e 26 anni e un loro connazionale di 32 anni, sono stati fermati e denunciati poco dopo dagli agenti delle volanti della Questura di Treviso. Gli stranieri devono rispondere di tentato furto aggravato.

L'episodio risale a martedì scorso ed è avvenuto poco dopo le 13 nel parcheggio del supermercato Mega, sulla Noalese a Treviso. A chiedere aiuto al 113 è stata una donna che riferiva che poco prima due donne le avevano rubato il portafoglio. Nonostante l’agitazione per quanto appena accadutole, l’anziana è riuscita a fornire agli agenti una descrizione precisa delle donne e di come erano vestite, indicando altresì esattamente l’autovettura con la quale le due, con l’ausilio di un complice alla guida, si sono allontanate.

Poco prima la vittima, intenta a caricare le buste della spesa all’interno della propria vettura, è stata avvicinata dalle due giovani donne le quali, in un italiano stentato, le hanno esibito una cartellina con un foglio su cui erano riportate alcune firme che, a dire delle giovani, stavano raccogliendo per una fantomatica raccolta fondi in favore dei bambini disabili. L’anziana, vista l’insistenza delle due giovani, ha cercato di allontanarsi asserendo di non avere denaro con sé ma, mentre una delle due ragazze l'ha distratta, l’altra le ha infilato la mano dentro la borsa impossessandosi del portafoglio.

Le due donne, dopo il furto, si sono dirette velocemente verso un’autovettura parcheggiata poco distante dove ad attenderle c’era un uomo, ma la vittima, accortasi della mancanza del portafogli nella borsa, le ha rincorse riuscendo a farselo restituire, mentre l’auto è ripartita velocemente nel tentativo di far perdere le proprie tracce.

Grazie alle informazioni precise e dettagliate fornite dalla vittima, le volanti si sono date immediatamente alla ricerca della vettura sospetta, intercettandola poco dopo in Via Noalese, constatando a bordo della stessa la presenza di due donne ed un uomo. I tre romeni, identificati per D.S., M.I. e S.M.S., tutti pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e la persona, sono stati immediatamente riconosciuti come gli autori del tentativo di furto e per questo accompagnati in Questura per gli accertamenti di rito all’esito dei quali sono stati denunciati mentre sono attualmente in corso accertamenti da parte della squadra mobile al fine di accertare l’eventuale coinvolgimento dei tre in altri episodi criminosi occorsi in città.

Con l’approssimarsi delle imminenti festività natalizie, la Questura raccomanda di fare attenzione a persone sospette che con la scusa di chiedere fondi per associazioni varie commettono azioni criminose.

Si raccomanda inoltre di contattare subito le Forze dell’Ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiedono l'elemosina ad un'anziana: lei rifiuta, la derubano

TrevisoToday è in caricamento