rotate-mobile
Cronaca Sant'Antonino / Via dell'Ospedale

Deruba il marito di una donna partoriente, denunciata ostetrica 50enne

Indagine della squadra mobile di Treviso su un medico che era in servizio al Ca' Foncello. Ad avviarla è stata la denuncia dell'uomo: dal borsello spariti 2mila euro in contanti. La donna incastrata dal racconto di un collega che l'aveva sorpresa a rovistare tra le sue cose

Avrebbe rubato circa 2.000 euro in contanti, dal borsello di un uomo mentre questi, in orario notturno, stava assistendo la moglie partoriente nella sala travaglio dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. L'episodio risale a circa otto mesi fa. A doversi difendere da questa pesante accusa un’ostetrica trevigiana di circa 50 anni, all’epoca dei fatti in servizio nel reparto ospedaliero di ostetricia e ora trasferita ad un altro incarico. La dottoressa  è stata convocata in Questura per la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari, emesso nei suoi confronti dalla locale Procura della Repubblica che al termine dell'indagine condotta nei suoi confronti dalla squadra mobile di Treviso, le ha contestato il reato di furto pluriaggravato. Da parte della donna, per ora, non ci sarebbe stata nessuna collaborazione, ne' ammissione di sorta.

Quella notte l’ostetrica aveva invitato l’uomo a riporre nel bagno della sala travaglio il borsone della moglie contenente i vestitini del nascituro, e, nella circostanza, lo aveva altresì inspiegabilmente invitato a riporre ivi anche il suo borsello personale, nel quale poi un collega l’aveva sorpresa “controllare” all’interno mentre dava le spalle al legittimo proprietario. Il neo-papà, dopo la nascita del proprio figlio, è tornato dove aveva riposto i propri averi e ha scoperto l'ammanco di denaro, avvertendo subito la polizia. Da qui l’avvio dell’indagine della polizia che ha portato alla denuncia del medico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deruba il marito di una donna partoriente, denunciata ostetrica 50enne

TrevisoToday è in caricamento