rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

La patente era stata revocata cinque anni fa, scoperto dalla polizia locale di Treviso

L'automobilista, un cittadino romeno, aveva aggirato il provvedimento con un trucchetto: aveva falsamente denunciato in Romania lo smarrimento del documento di guida

TREVISO Nel tardo pomeriggio di ieri, una pattuglia del Nucleo Operativo della Polizia Locale, impegnata nel monitoraggio del flusso veicolare presente nella tangenziale di Treviso, intimava l'"ALT!" ad un'autovettura rumena. Il conducente di nazionalità rumena, esibiva agli agenti una patente di guida rilasciata dall'Autorità del proprio stato d'origine. Gli agenti non si son fermati di fronte a quello che agli occhi di molti poteva sembrare un documento perfettamente in regola tanto è vero che fatte le opportune verifiche, consultando la banca dati della Motorizzazione Civile, hanno rilevato che al conducente era stata ritirata definitivamente dal 2012 la patente di guida  a seguito di un grave incidente stradale.

Nonostante ciò lo straniero, dopo qualche mese dall'emissione del provvedimento di revoca, si era recato in Romania dichiarando lo smarrimento della sua vecchia patente rumena, ottenendone indebitamente una nuova e circolando tranquillamente per cinque anni sul territorio europeo, indisturbato sino alla serata di ieri. Tale condotta ha comportato all'uomo l'ulteriore ritiro della patente di guida rumena con annessa segnalazione all'autorità rilasciante il titolo di guida, una sanzione amministrativa di 5 mila euro nonché il fermo della sua autovettura per tre mesi. Potrà ricominciare a condurre veicoli a motore, solo a seguito di conseguimento nuova patente di guida, attraverso esami ministeriali teorico/pratici. "Anche in questo caso la grande professionalità degli agenti di P.L. accompagnata dalla passione per il loro lavoro ci ha permesso di porre fine a questa grave irregolarità", dichiara il comandante Maurizio Tondato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La patente era stata revocata cinque anni fa, scoperto dalla polizia locale di Treviso

TrevisoToday è in caricamento