rotate-mobile
Cronaca

Accoltella volontario della Caritas, disposto l'esame psichiatrico

Il prossimo 16 maggio ci sarà la perizia, in incidente probatorio, su Osain Mohamed Sharif, il 35enne bengalese che nello scorso marzo si è reso responsabile di una rapina ai danni di un internet point di Treviso e il giorno dopo dell'aggressione presso la mensa della struttura di volontariato

Si terrà il prossimo 16 maggio l'incidente probatorio nel quale verrà stabilito se Osain Mohamed Sharif, 35enne bengalese, l'uomo che il 22 e il 23 marzo scorsi si era reso protagonista di una rapina all'internet point di via Zenson a Treviso e dell'accoltellamento, fortunatamente senza conseguenze, di un volontario della Caritas Tarvisina, era capace di intendere e volere al momento di compiere i fatti. L'esame inoltre dovrà dire se il 35enne è in grado di partecipare ad un eventuale processo e se è socialmente pericoloso.

L'uomo, un richiedente asilo con evidenti problemi mentali, aveva ricevuto dal gip di Treviso Marco Biagetti la misura cautelare dell'obbligo di residenza nel comune capoluogo, dove sarebbe stato ospitato dalla Caritas, e di presentazione giornaliera alla polizia. Ma poche ore dopo lo straniero si sarebbe reso protagonista di una altro grave episodio: attorno alle 19 avrebbe infatti aggredito, senza un motivo apparente, un volontario della Caritas che si trovava all'ingresso della zona dedicata alla mensa, e lo ha ferito alla gola con una roncola di una lunghezza di 21 centimetri. Sul luogo dell'aggressione è intervenuta una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Treviso.

Il 35enne (difeso dall'avvocato Matteo Maccagnani), rintracciato poco dopo nella zona del parcheggio dell'Appiani dove avrebbe fatto resistenza all'arresto da parte di un agente delle volanti, è stato bloccato, nuovamente arrestato e accompagnato in carcere a Santa Bona. In uno zainetto aveva ancora l'arma usata per l'aggressione. Il volontario, un 40enne, è stato soccorso dal Suem 118 e trasportato in pronto soccorso per le medicazioni del caso. Aveva riportato una ferita alla gola non grave, giudicata guaribile con qualche giorno di prognosi.
 


  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltella volontario della Caritas, disposto l'esame psichiatrico

TrevisoToday è in caricamento