menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di Giulio Guarini

foto di Giulio Guarini

Siccità nella Marca, Piave Servizi rassicura: "Situazione sotto controllo"

Il presidente Alessandro Bonet: "Non ci risultano problemi nella fornitura idrica alle famiglie. Siamo intervenuti a Rai di San Polo di Piave, dove abbiamo installato e attivato pompe che prelevano acqua da una profondità maggiore per prevenire abbassamenti di falda dovuti alla siccità"

CODOGNE Piave Servizi S.r.l., la società che gestisce il servizio idrico integrato in 39 Comuni delle province di Treviso e Venezia, fa il punto sulla siccità che da un paio di mesi sta interessando l’intero territorio di competenza e al tempo stesso guarda al futuro, non essendo escluso che lunghi periodi senza piogge possano verificarsi anche negli anni a venire. Il presidente Alessandro Bonet fa sapere che “la situazione è monitorata ora per ora ed è sotto controllo. Non ci risultano problemi nella fornitura idrica alle famiglie. Siamo intervenuti a Rai di San Polo di Piave, dove abbiamo installato e attivato pompe che prelevano acqua da una profondità maggiore allo scopo di prevenire abbassamenti di falda dovuti alla siccità”.

Ciò detto, il presidente di Piave Servizi ricorda che la società con sedi a Codognè e Roncade guarda al presente ma anche al futuro: “La siccità è pericolosa per l’agricoltura e non solo, ma una seria programmazione ci sta permettendo di non avere al momento situazioni critiche. Parallelamente, stiamo seguendo con grande attenzione un’opera molto importante come la condotta che collegherà le fonti di approvvigionamento della zona nord del nostro territorio, come ad esempio il Lago Morto di Vittorio Veneto, alla zona sud.

È un’opera strategica che potrà contare su tecnologie d’avanguardia e in futuro permetterà di affrontare nuove criticità da siccità in maniera consapevole e sicura perché legherà in maniera ancora più efficiente di adesso le fonti del nord alla pianura garantendo regolari approvvigionamenti idrici per tutti. La prima parte della condotta c’è già, ora dovrà essere posato in opera il tratto che coinciderà con il percorso del traforo di Sant’Augusta, i cui lavori sono in corso di esecuzione” ricorda Bonet.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento