Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sfruttamento della prostituzione nella Marca, latitante arrestato in Albania

 

Nel 2015 venne coinvolto in un'indagine, condotta dalla squadra mobile di Treviso, contro lo sfruttamento della prostituzione nella Marca ma riuscì a sfuggire alle manette. Quattro anni dopo, grazie ad un mandato di arresto internazionale emesso dal tribunale di Treviso, è stato catturato dalla polizia albanese. A finire in cella Leonardo Kovaci, 42 anni, alias di Edmond Gjini (questo il nome utilizzato in Italia). L'arresto è avvenuto nella città di Lezhe nei primi giorni della scorsa settimana (la notizia è stata diffusa il 13 giugno dalla tv albanese). L'uomo, in base alle indagini della squadra mobile, era uno dei vertici di un'organizzazione criminale specializzata nello sfruttamento della prostituzione. Intanto l’indagine, riferiscono i media albanesi, è passata alla Procura presso il Tribunale del primo grado di Lezhe per ulteriori accertamenti. Di recente il fratello del 42enne, Roberto Kovaci (alias Eduard Gjini, 28 anni), anche lui coinvolto in passato in indagini riguardanti lo sfruttamento della prostituzione, è stato espulso in Albania.

gdjini-2

L'OPERAZIONE DELLA POLIZIA TREVIGIANA DEL 2015

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento