rotate-mobile
Cronaca Centro / Ponte di San Martino

Furti tra la Marca e il veneziano, ladro finisce nella rete della polizia

Ad un cittadino croato di circa 75 anni, vero e proprio specialista del taccheggio, è stato fatale un controllo delle volanti della polizia a Ponte San Martino. In auto refurtiva per un valore di circa tremila euro

In auto nascondeva generi alimentari e capi di vestiario per un valore di circa tremila euro, merce rubata in vari negozi tra le province di Treviso e Venezia, denaro contante per un valore di 700 euro, una borsa rivestita di alluminio, un disturbatore di frequenza ed una calamita utilizzata per rimuovere le placche antitaccheggio senza danneggiare i capi di abbigliamento. Questo quanto gli agenti delle volanti della Questura di Treviso hanno sequestrato ad un cittadino croato di 75 anni, M.M., fermato sabato scorso (8 dicembre) per un normale controllo, mentre percorreva in auto Ponte San Martino, alle porte del centro storico. Lo straniero ha raccontato ai poliziotti di essere arrivato nella mattinata a Treviso, per sottoporre il veicolo a dei controlli presso un’autofficina di fiducia. La versione, contraddittoria ed inverosimile, ha insospettito gli agenti, che hanno deciso di sottoporre l'anziano a controlli più approfonditi.

L'uomo risultava avere alle spalle numerosi precedenti per furto e ricettazione. Oltre a numerosa refurtiva gli agenti hanno trovato e sequestrato anche un coltello di oltre venti centimetri; sono stati inoltre rintracciati i negozi dove la merce è stata asportata nei giorni precedenti. M.M. è stato denunciato per il reato di ricettazione, possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso e porto abusivo di armi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti tra la Marca e il veneziano, ladro finisce nella rete della polizia

TrevisoToday è in caricamento