Alcool e droga, giro di vite della polizia stradale: ritirate cinque patenti

Nel corso del week end controlli straordinari lungo via della Repubblica a Treviso. Un automobilista è stato pizzicato mentre era al volante sotto effetto di sostanze stupefacenti

Il controllo della polizia stradale

Controlli straordinari della polizia stradale di Treviso nella notte tra venerdì e sabato lungo viale della Repubblica tra le 22 e le 4 del mattino: fermate 60 vetture e identificate circa 70 persone. Sono risultate positive all'etilometro cinque persone con un tasso alcoolemico compreso tra i valori di 0.49 mg/l e 1.46 mg/l, di questi 2 sono stati contravvenzionati con la sola sanzione amministrativa prevista proprio per le alterazioni minima (tra 0,0 e 0,8 mg/l di alcol nel sangue), mentre negli altri 3 casi di positività si è proceduto alla denuncia per guida in stato di ebrezza. Per quattro dei cinque soggetti c’è stato anche il ritiro della patente di guida e la sospensione della stessa avrà un periodo  compreso dai 3 ai 6 mesi nel caso della sanzione amministrativa (0.5-0.8 mg/l) e da 6 mesi ad 1 anno negli altri casi in cui l’alterazione è superiore allo 0,8 mg/l.

Durante i controlli sono state sei le persone sottoposte al drug test attraverso tampone salivare: tre sono risultate positive con la presenza di sostanze del tipo cannabinoidi nella saliva degli automobilisti. Come di consueto, la positività al precursore è allo stato solo provvisoria in quanto trattasi di precursore per cui sono stati necessari ulteriori prelievi di liquidi biologici per l'invio all'apposito laboratorio del Ministero dell'Interno per il test di conferma.

Fortunatamente due delle tre persone non hanno evidenziato sintomi tali da farli risultare in stato di alterazione alla guida (si ipotizza un consumo domestico di sostanze), invece la terza  è risultata, dopo la visita del medico, in stato di alterazione e per questo è scattata una denuncia per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, il ritiro della patente e una multa salatissima.

«Il tema della sicurezza stradale -si legge in un comunicato emesso dalla polizia stradale di Treviso- appare molto importante vista la tipologia delle sanzioni contestate nel fine settimana anche se, come spesso accade, i destinatari delle sanzioni più gravi sono gli adulti e solo una piccola percentuale i neo patentati. Si è riscontrato inoltre essere ancora molto disattesa la norma che riguarda l'uso delle cinture di sicurezza sia da parte dei conducenti sia da parte dei passeggeri dei veicoli, in particolare 3 riguardanti la mancata custodia dei minori che “scorrazzavano” tranquilli sui sedili posteriori dei veicoli, inconsapevoli della pericolosità di questa situazione. Preoccupante anche l’uso del telefono cellulare durante la guida. Le sanzioni prevedono 81 euro nel primo caso e 161 euro nel secondo caso, per queste sanzioni è prevista la decurtazione di 5 punti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento