rotate-mobile
Cronaca Montebelluna

Riesce a spillare 2500 euro con la "truffa del postamat": 28enne denunciato

L’inserzionista, dopo aver messo in vendita “una piastra in vetro ceramica per cucinare”, era stato contattato dal finto acquirente che era riuscito a convincere il venditore a recarsi all'Atm con la scusa di ricevere il pagamento dell'oggetto

Al termine di un’attività di indagine, la squadra mobile di Treviso, ha denunciato M.N., un 28enne di origini russe residente nel montebellunese, responsabile di una truffa messa a segno con il classico ed ormai consolidato sistema delle ricariche PostePay. Nella fattispecie l’inserzionista, dopo aver posto in vendita “una piastra in vetro ceramica per cucinare”, era stato contattato dal finto acquirente, il quale, mostrandosi particolarmente interessato, era riuscito a convincere il venditore a recarsi, per ottenere il pagamento dell’oggetto, presso uno sportello Postamat (ATM), ed effettuare una serie di operazioni, che in realtà andavano a ricaricare dell’importo di 2500 euro la postepay del malfattore. A seguito dell’attività di indagine, personale della squadra mobile, ha identificato e deferito alla locale A.G.,il ventottenne.

»Si segnala alla cittadinanza -si legge in un comunicato della Questura- questo nuovo modus operandi con cui i malfattori hanno ideato un sistema di “truffe invertite o capovolte”. La Questura di Treviso raccomanda di prestare sempre la massima attenzione di non effettuare operazioni di questo tipo, chiamando in casi di dubbio le Forze di Polizia».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riesce a spillare 2500 euro con la "truffa del postamat": 28enne denunciato

TrevisoToday è in caricamento