Coronavirus, la protesta dei detenuti del carcere di Santa Bona

In serata i reclusi della casa circondariale trevigiana hanno "rumorosamente" manifestato contro le nuove restrizioni sbattendo le sbarre delle proprie celle. Intervenuti polizia e carabinieri

Il carcere di Santa Bona

Tensione nella serata di oggi, lunedì, nel carcere di Santa Bona di Treviso. I 200 detenuti della casa circondariale trevigiana hanno "rumorosamente" manifestato contro le nuove restrizioni imposte dal nuovo decreto legge per combattere l'estendersi del contagio del Coronavirus, sbattendo con le pentole le sbarre delle proprie celle. Intervenuti sul posto la polizia e i carabinieri. La manifestazione non è in nessun modo degenerata come avvenuto invece in altre città italiane. I reclusi hanno ottenuto di poter vedere e parlare con i propri cari con videochiamate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento