Spaccio ai giardinetti, identificati 60 frequentatori abituali

Continuano i controlli della polizia in via Toniolo. Giovedì scorso un nigeriano di 33 anni è stato arrestato per aver aggredito gli agenti. Un altro straniero denunciato: nascondeva dosi di marijuana sulla sua bici

Il controllo della polizia

Sono state ben 60 le persone che negli ultimi giorni sono state identificate dalla polizia come "frequentatori abituali" della zona dei giardinetti di Sant'Andrea. Una ventina circa sono stati controllati, lunedì pomeriggio, dagli agenti delle volanti. Tre di questi, vedendo i poliziotti, hanno cercato di allontanarsi verso via Fiumicelli, ma sono stati subito bloccati da un’altra pattuglia, che, nel frattempo, aveva chiuso ogni via di fuga. I tre nigeriani di circa 20 anni, con diversi precedenti alle spalle per spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati controllati e, nel portapacchi della bicicletta in uso ad uno di loro, i poliziotti hanno trovato una decina di confezioni termosaldate di marijuana pronte per essere vendute. Il proprietario della bici, identificato per A.E., è stato denunciato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel corso del blitz sono state segnalate amministrativamente diverse persone per la detenzione di sostanze stupefacenti e, nella giornata di giovedi scorso, U.E., nigeriano di 33 anni, durante un normale controllo, si è inizialmente rifiutato di fornire le generalità ed i documenti ai poliziotti, per poi scagliarsi contro gli stessi schiaffeggiandoli e spintonandoli. Per questo motivo è stato tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e per rifiuto di fornire le proprie generalità. L’uomo, messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il rito direttissimo celebrato il giorno successivo, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Bona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

  • Incidente mortale in Treviso Mare: motociclista muore a 61 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento