menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga sequestrata dalla polizia locale di Treviso

La droga sequestrata dalla polizia locale di Treviso

Spaccio di marijuana, 22enne arrestato ai giardinetti di Sant'Andrea

Nell'appartamento in cui viveva il giovane, un cittadino nigeriano, è stato sorpreso dalla polizia locale anche il proprietario, un brasiliano che stava consumando cocaina

Operazione antidroga della polizia locale di Treviso ai giardinetti di Sant'Andrea di via Toniolo: nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì, è stato E.N., nigeriano di 22 anni, sorpreso con dieci dosi di marijuana e un altro involucro con un etto della stessa sostanza. Ad agire è stato il nucleo di polizia giudiziaria insieme al pronto intervento. L'appartamento dove è ospitato il nigeriano, situato sempre in città, è stato perquisito dagli agenti: in un armadio è stata trovata altra sostanza ed elementi utili ai fini delle indagini. Durante la perquisizione un suo connazionale ha cercato di opporsi ai controlli e per questo è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Nell'appartamento è stato sorpreso altresì il proprietario, di nazionalità brasiliana che era intento a consumare cocaina: per questo motivo sarà deferito alle autorità amministrative. Le manette ai polsi del 22enne sono scattate a conclusione di una serie di indagini e servizi mirati al contrasto dello spaccio di droga e al degrado urbano sull'area di via Fiumicelli e via Toniolo dove le azioni di prevenzione e repressione da parte della Polizia Locale sono pressoché quotidiane.

nigger-2

«Solo negli ultimi due mesi stati effettuati un centinaio di controlli ed interventi in via Toniolo, nell’area dei giardini, e nelle zone circostanti -spiega il comandante della polizia locale di Treviso, Andrea Gallo- Siamo consapevoli che il problema, radicato da molti anni, non sia facile da debellare ma la presenza degli agenti e le azioni repressive come quella di ieri dimostrano che la soglia di attenzione verso questi problemi è sempre molto alta». Il ventiduenne, rimasto in cella in comando fino all'udienza per direttissima tenutasi questa mattina al Tribunale di Treviso, è stato condannato ad un anno di reclusione e 1400 euro di multa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento