rotate-mobile
Cronaca

Spedizione punitiva a Udine: avviso della Questura per un 15enne trevigiano

Il Questore di Udine ha emesso quattro avvisi orali nei confronti di altrettanti giovani coinvolti nell'accoltellamento di un coetaneo, sabato 18 maggio, in centro a Udine. Il 15enne era partito dalla Marca per cercare il rivale e ferirlo

Il Questore di Udine ha emesso in queste ore 4 avvisi orali nei confronti di altrettanti minori coinvolti nella spedizione punitiva avvenuta lo scorso 18 maggio a Udine. La misura di prevenzione, alla luce del decreto cd Caivano, può essere applicata anche nei confronti di soggetti minorenni ultraquattordicenni. Tra i quattro giovanissimi fermati dalla Questura c'è anche il 15enne partito da Treviso e protagonista dell'accoltellamento avvenuto in vicolo Brovedan. Il minore è stato "avvisato" di tenere comportamenti conformi alle norme, pena l'adozione di misure più restrittive.

Il 15enne, ospite di una struttura di accoglienza per minori stranieri non accompagnati, era partito da Treviso per incontrare alcuni conoscenti e affrontare un altro adolescente con cui, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbe avuto scambi di messaggi sui social. Una volta a Udine, il giovane kosovaro si sarebbe messo alla ricerca del "rivale", un 16enne di origine albanese: l'incontro era avvenuto in vicolo Brovedan, passaggio di collegamento tra la centralissima piazza e via Zanon. Qui la rissa, al termine della quale il 16enne era rimasto ferito gravemente all'addome mentre un altro ragazzo era stato ferito al braccio, in maniera più lieve, da un altro fendente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spedizione punitiva a Udine: avviso della Questura per un 15enne trevigiano

TrevisoToday è in caricamento