Cronaca

Da “Treviso creativa” a "Treviso Startup City", culla dell'innovazione

Camolei: “Verso un nuovo ecosistema urbano fondato su innovazione, imprenditorialità, giovani e rivitalizzazione del centro storico"

TREVISO — Da Treviso creativa a Treviso Startup City. Paolo Camolei, assessore alle attività produttive del Comune di Treviso annuncia la strada che dall’evento lancio di ottobre porterà alla creazione di un ecosistema urbano fondato su innovazione, imprenditorialità, giovani e rivitalizzazione del centro storico. “Con l’evento dedicato alla creatività abbiamo lanciato un percorso attraverso il quale vogliamo arrivare a fare di Treviso il centro di una rete di servizi e infrastrutture a supporto dello sviluppo imprenditoriale, sociale, economico – spiega l’assessore - Non è un caso che, proprio Treviso, si trovi al centro, sia il crocevia di quattro incubatori di imprese innovative. Il ruolo del Comune dunque dovrà essere quello di contribuire allo sviluppo di questo ecosistema facendo rete. Credo inoltre che non sia casuale la scelta di Unioncamere-Mise di avviare il progetto roadshow Startup proprio da Treviso".

La tappa trevigiana del tour dedicato alle startup innovative si terrà venerdì 14 novembre dalle ore 9.30 alle 13.00 a Palazzo dei Trecento ed è organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio di Treviso e t2i - Trasferimento Tecnologico e Innovazione, la società consortile delle Camere di Commercio di Treviso e Rovigo, nata per promuovere lo sviluppo e l'innovazione d'impresa a 360°.    All’interno di questo percorso verso Treviso città delle startup si inquadra anche il bando per l'assegnazione di 24mila euro di contributi, con un tetto massimo di 4 mila euro da parte del Comune e altri 6 mila da parte di Veneto Banca*, per ciascuna richiesta. Soldi che verranno erogati sulla scorta di sei linee contributive: le domande infatti che potranno essere presentate entro il 28 novembre verranno valutate in base ad alcuni criteri coerenti con le politiche già attivate nei mesi scorsi dall'amministrazione comunale: il rilancio e la rivitalizzazione del centro storico - anche tramite l'apertura di nuove attività nelle aree Ztl - lo sviluppo dei prodotti tipici e del made in Italy, la valorizzazione di attività artigianali, l'adozione di pratiche coerenti con le politiche ambientali, la promozione di forme di accoglienza turistica.

Accanto al contributo economico, i destinatari del bando, potranno usufruire di altri benefici messi a disposizione tra le realtà che hanno aderito al protocollo "Startup" sottoscritto da Comune di Treviso, CCIA Treviso, Ascom- Confcommercio, Confartigianato, Federazione provinciale Coldiretti, l'istituto di credito Veneto Banca, e due delle realtà più innovative del territorio: Fondazione La Fornace di Asolo e T2i:

1.        le Associazioni di categoria (Ascom Confcommercio, Confartigianato e Coldiretti) forniranno la tenuta della consulenza fiscale e del lavoro a titolo gratuito per il primo anno e con uno sconto del 50% per il secondo anno, max 2 nuove imprese per associazione;

2.        *Veneto Banca assicurera` un finanziamento chirografo a tasso agevolato di € 6.000;

3.        Fondazione La Fornace di Asolo mettera` a disposizione: - un voucher di € 2.500 da utilizzare per servizi di incubazione. Il servizio consiste in un percorso di affiancamento finalizzato all'avvio e allo sviluppo del progetto d'impresa, attraverso fasi di coaching individuale e momenti formativi di gruppo; - 50% di sconto sui corsi di formazione proposte

4.        Societa` T2i – di Villorba Treviso mettera` a disposizione: area proprietà industriale, Sconto del 10% per attivita` di ricerca documentale preventiva (marchi - brevetti - modelli industriali) compresa tra € 200,00 + IVA e € 900,00 + IVA Sconto del 15% per attivita` di ricerca documentale preventiva (marchi - brevetti - modelli industriali) superiore a € 900,00 + IVA

“Finalmente a Treviso si comincia a parlare di startup e innovazione non avendo solo in mente i grandi colossi come Google e Facebook, ma guardando alle potenzialità del territorio –sottolinea il consigliere comunale del Pd Nicolò Rocco – Sono molto felice che a Treviso si stia costruendo questo percorso. Per la prima volta sento i miei coetanei che studiano in altre città europee guardare con interesse a una possibilità offerta dall’amministrazione. I diecimila euro del  bando sono una prima opportunità ma a piacere è l’idea di essere inseriti in una rete attraverso la quale la propria azienda possa svilupparsi”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da “Treviso creativa” a "Treviso Startup City", culla dell'innovazione

TrevisoToday è in caricamento