Cronaca

Violentata dal padre, 14enne conferma tutto nell'incidente probatorio

La giovane accusa il padre, un albanese di 46 anni, di averla stuprata per oltre un anno. La drammatica vicenda è emersa l'estate scorsa

Una ragazzina accusa il padre di averla violentata per oltre un anno

Non lo ha mai chiamato "papà" e ha confermato tutte le accuse rivolte all'uomo: «Mi violentava, lo ha fatto per un anno intero». Oggi, mercoledì 13 gennaio,  si è svolto l'incidente probatorio nel caso della ragazzina di 14 anni,  che abita in un comune dell'hinterland trevigiano, che accusa il padre di averla violentata.

La vicenda risale alla scorsa estate e si svolge in un ambiente familiare composto da cittadini albanesi. La madre della ragazza, che successivamente ha sporto la denuncia che ha portato al procedimento in corso, dai primi anni di matrimonio - che è stato celebrato nel loro paese - è vittima di maltrattamenti. Gli abusi e le violenze nei confronti della madre della vittima da parte dell'indagato, che ha 46 anni, vanno avanti fino a quando, esausta, decide di confidarsi con la figlia. «Voglio morire, sì...mi uccido» dice disperata. La ragazza le da una risposta sorprendente: «Non vorrei mica lasciarmi sola con quell'orco?».

La donna allora decide di indagare e svela la tremenda verità. Di sabato, quando l'uomo è a casa da solo con i figli, scatterebbero le violenze che finiscono sempre con le stesse parole: «Non dire nulla, altrimenti sono guai». La madre, che non ha mai denunciato il marito per i maltrattamenti subiti, decide quindi di andare a sporgere denuncia. L'uomo viene subito allontanato dalla casa ma a quel punto la famiglia non ha di che vivere. Il giudice dispone allora nei confronti della moglie e dei figli un importo, che viene direttamente trattenuto dal datore di lavoro e versato a disposizione dei familiari.

«All'inizio - ha detto la giovane - si trattava di mani addosso, palpeggiamenti in varie parti del corpo. Ma poi, da circa un anno, è stata violenza sessuale vera e propria». La 14enne, la cui deposizione è stata spesso interrotta dal pianto, ha raccontato che il padre era particolarmente geloso di lei. «Non potevo vedere nessuno - ha riferito - e se lo facevo mi riempiva di insulti. E io e mia madre eravamo "sue", senza condizioni. Non ho parlato prima  perché lui mi ha minacciato».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentata dal padre, 14enne conferma tutto nell'incidente probatorio

TrevisoToday è in caricamento