Abusi sessuali su una ragazzina di 11 anni: condannati marito e moglie

«Mi ha fatto vedere un film porno costringendomi a toccarlo nelle parti intime mentre stavamo seduti sul divano»: questa l'accusa choc della vittima. La madre aveva affidato la piccola ai coniugi per completare il trasloco

Un'aula di tribunale

Cinque anni a lui per violenza sessuale su minore, quattro mesi a lei (con la sospensione condizionale della pena) per favoreggiamento. Questa la sentenza emessa oggi, martedì, dal Tribunale di Treviso a carico di una coppia sposata di cittadini cingalesi coinvolti in una squallida vicenda di abusi sessuali su una bambina moldava che al tempo dei fatti, accaduti nel 2011 a Treviso, aveva solo 11 anni.

«Mi ha fatto vedere un film porno costringendomi a toccarlo nelle parti intime mentre stavamo seduti sul divano». Questa l'accusa della vittima all'uomo, oggi 50enne come la moglie, nel racconto di quella tremenda esperienza fatto alla madre. Ed è subito scattata la denuncia. La bambina sarebbe stata affidata alla coppia dello Sri Lanka per una settimana mentre la madre stava completando il trasloco da Treviso a Mestre. «Ho chiesto un favore per non far perdere alla bimba dei giorni di scuola -ha detto la donna- e loro invece hanno abusato di mia figlia». Difesi dall'avvocato Autiero del Foro di Treviso i due cingalesi hanno negato tutto. «Non conosciamo quella donna e non sappiamo chi sia la bambina»: ha sostenuto  la moglie davanti agli inquirenti. Dichiarazioni che hanno portato alla sua incriminazione per favoreggiamento. «Non aveva la tv al tempo dei fatti, né videoregistratori o altri apparecchi per riprodurre video»: è stata la difesa dell'uomo, che ha respinto tutte le accuse.

Ma le dichiarazioni della vittima, che quando ha confessato l'orrore aveva già quasi 16 anni, sono state ritenute credibili dai giudici. Il 50enne è stato anche condannato ad un risarcimenti di 25mila euro nei confronti della ragazza, la cui madre si è costituita parte civile. Entro 90 giorni le motivazioni. «Solo dopo il deposito -ha spiegato il difensore- valuteremo se fare appello».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Pancia gonfia? Ecco alcuni alimenti che la causano e opzioni sostitutive

Torna su
TrevisoToday è in caricamento