Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Truffano e picchiano una coppia, in tre finiscono a processo

Manuel e Simone Hudrovich, insieme ad un terzo complice, Vito Truglio, sono accusati di truffa, lesioni personali, violenza privata e calunnia. La vicenda, accaduta a Treviso nel 2016, aveva a che fare con la vendita di un'auto usata

Truffa, lesioni personali, violenza privata e calunnia. Di questo sono accusati Manuel e Simone Hudrovich, insieme ad un terzo complice - Vito Truglio - protagonisti di una vicenda accaduta nel capoluogo a dicembre del 2016.

Secondo le accuse formulate dalla Procura di Treviso i tre avrebbero raggirato una coppia, marito e moglie di origine africana, a cui avrebbero dovuto vendere un'auto usata.  Simone Hudorovich, in particolare, avrebbe consegnato ai due malcapitati una sorta di scrittura privata, attestante la consegna del mezzo ed il passaggio di proprietà, utilizzando però un nome falso. Quando i coniugi stranieri si sono presentati per riottenere i soldi versati (2.400 euro), dal momento che della macchina non c'era neppure l'ombra,  gli imputati gli avrebbero convinti, più che con le cattive che con le buone, a versare ulteriori 700 euro prima di dargli quanto pattuito.

Nel frattempo infatti i due Hudorovich e Truglio, per fare desistere i due, avrebbero lanciato la vettura a tutta velocità contro di loro; poi, di fronte alle insistenze, se la sarebbero presa con l'uomo, colpendolo con pugni alla testa, provocandogli un trauma cranico e una contrattura al collo.

Infine Simone Hudorovich si sarebbe anche recato dalle forze dell'ordine, accusando la coppia di lesioni personali e di furto, denunciando di essere stato aggredito e che marito e moglie gli avevano sottrattoi alcuni monili, per un valore che, guarda caso, era di 700 euro.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffano e picchiano una coppia, in tre finiscono a processo
TrevisoToday è in caricamento