Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

"Sua figlia ha avuto un incidente, è stata arrestata": anziana trevigiana truffata

Due raggiri nell'arco di poche ore giovedì a Treviso. Indaga la polizia. Una 87enne consegna tutti i gioielli che aveva in casa ad un finto avvocato

TREVISO Con l'arrivo dell'estate puntuali tornano ad intensificarsi le truffe ai danni degli anziani, spesso lasciati soli a casa mentre parenti e famigliari si trovano in vacanza. Due gli episodi che ieri, giovedì, si sono verificati a Treviso. Poco dopo le 11 una donna residente in città di 83 anni ha ricevuto la telefonata di un sedicente avvocato. Il legale riferisce che la figlia è stata fermata dai carabinieri perchè senza assicurazione e che servono dei soldi per risolvere la questione. L'anziana fortunatamente non è caduta nel tranello: si fa dare il numero di telefono del finto avvocato, chiude la telefonata e contatta la figlia che le dice di essere normalmente al lavoro. Del caso è stata subito interessata la polizia.

Peggio è andata ad un'altra anziana trevigiana, verso le 13.45. La donna, 87enne, viene contattata al telefono da un finto carabiniere. Il militare riferisce che la figlia ed il marito avevano avuto un incidente stradale e si trovavano ora in stato di fermo. Per permettere ai famigliari di uscire dai guai il finto carabiniere chiede una somma di 3mila euro che un avvocato, ovviamente finto, sarebbe passato in seguito a ritirare. Purtroppo questa volta il piano dei malviventi va a buon fine. L'87enne, raggiunta a casa dall'uomo, viene convinta a consegnare al sedicente legale quasi tutti i gioielli che teneva in casa perché sprovvista di denaro. L'anziana capirà troppo tardi di essere stata vittima del raggiro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sua figlia ha avuto un incidente, è stata arrestata": anziana trevigiana truffata

TrevisoToday è in caricamento