rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca

Raffica di truffe on line, cinque denunciati

Piazzando in vendita dei sacchetti di bio pellet sono riusciti a spillare 3mila euro ad un operaio vittoriese

I carabinieri del Comando Provinciale di Treviso, all’esito di due distinte attività di polizia giudiziaria, hanno individuato nelle scorse ore, deferendoli all’Autorità Giudiziaria che ne vaglierà ora le rispettive posizioni, cinque presunti responsabili di truffe on line. In particolare, i militari della stazione di Asolo hanno denunciato una 30enne della provincia di Viterbo che, nell’ambito della trattativa per l'acquisto di un frigorifero, pubblicato su sito internet, inducendo in errore la venditrice, una donna di San Zenone degli Ezzelini, le faceva versare, su carta prepagata, la somma complessiva di 1.000 euro. 

Il personale della Stazione Carabinieri di Col San Martino ha invece individuato quattro persone tutte con precedenti (un 40enne di origini pakistane, una 24enne calabrese, una 45enne di origini albanesi ed una 32enne del vicentino) che nello scorso mese di agosto, in riferimento all’annuncio della vendita di sacchetti bio pellet su un sito internet, riuscivano a farsi accreditare la somma di quasi 3.000 euro dall’ordinante, un operaio del vittoriese, rendendosi poi irreperibili senza consegnare la merce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di truffe on line, cinque denunciati

TrevisoToday è in caricamento