rotate-mobile
Cronaca Cison di Valmarino

Trovata carcassa dell'ultraleggero disperso, morto il pilota di 57 anni

Il velivolo è stato individuato verso mezzogiorno sul un pendio del monte Torresel, a Cison di Valmarino. All'interno il corpo senza vita del pilota, Bruno De Dea, di Belluno

Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche dell'ultraleggero disperso da due giorni sulla Pedemontana.

Verso mezzogiorno la carcassa del velivolo è stata rinvenuta su un pendio scosceso del monte Torresel, nel territorio di Cison di Valmarino. Al suo interno il corpo senza vita del pilota, Bruno De Dea, 57 anni di Belluno.

Una volta individuato l'ultraleggero sono scattate le operazioni di recupero della salma, a 1.100 metri di altitudine.

Sul posto sono intervenuti il medico, personale del Soccorso alpino, i carabinieri e i vigili del fuoco.

Stamattina le ricerche erano riprese nell'area delle Prealpi Trevigiane dove la cella di Tarzo aveva registrato l'ultimo allacciamento del cellulare dell'uomo. Quattro elicotteri di esercito, carabinieri, vigili del fuoco e Air Service Center hanno sorvolato le diverse zone assegnate, mentre una settantina di persone perlustravano le aree a piedi e con i fuoristrada.

Nelle operazioni sono stati mobilitati i soccorritori delle Stazioni di Prealpi Trevigiane, Pedemontana del Grappa, Belluno, Feltre, Alpago e Longarone, gruppi locali di Protezione civile, vigili del fuoco e carabinieri.

I responsabili stanno anche valutando se rimuovere il relitto immediatamente o nei prossimi giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata carcassa dell'ultraleggero disperso, morto il pilota di 57 anni

TrevisoToday è in caricamento