rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Paese

Accusato di una truffa da 100 mila euro: Ivan Santolin assolto con formula piena

Per il tribunale non è stato commesso alcun raggiro ai danni di un idraulico di Montebelluna: dopo aver incassato due assegni da 19 mila euro, diceva di avanzarne altri 83 mila

PAESE Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste. E' l'esito del procedimento penale a carico di Ivan Santolin, 41enne residente a Istrana, finito di fronte al giudice per rispondere di una presunta truffa da oltre 80 mila euro. Difeso dall'avvocato Mario Nordio, l'uomo è stato giudicato del tutto estraneo ai fatti contestati, che secondo la difesa sarebbero potuti al massimo rientrare in una sorta di inadempimento contrattuale ma ben distanti dall'accusa di truffa: come ha confermato il tribunale infatti non c'è stato alcun raggiro.

I fatti contestati dalla Procura di Treviso risalivano al giugno del 2012. Stando a quanto riportato nel capo d'imputazione la vittima sarebbe stata un idraulico di Montebelluna, che si è costituito parte civile chiedendo un risarcimento danni da 100 mila euro, al quale Santolin aveva commissionato dei lavori idraulici per la sede della sua società per un totale di circa 100 mila euro. A riprova della sua buona fede l'imputato aveva versato al professionista due assegni di 9 mila e 10 mila euro a titolo di acconto.

La società di Santolin, la cooperativa sociale “Fisio Medial Center”, nel frattempo aveva trasferito la propria sede da Montebelluna a Castagnole di Paese. L'idraulico, non vedendosi saldare gli 83 mila euro rimanenti per i lavori, è passato alle vie legali con un atto di pignoramento presso la sede di Montebelluna, scoprendo che a quel civico c'era in realtà uno studio di commercialisti. A quel punto ha sporto denuncia per truffa, ma il tribunale ha stabilito che non c'è mai stata nessuna truffa.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di una truffa da 100 mila euro: Ivan Santolin assolto con formula piena

TrevisoToday è in caricamento