Sorelle anziane truffate per una poltrona da circa 5 mila euro

Due donne sono state raggirate giovedì da degli agenti commerciali che hanno fatto firmare a una di loro un contratto da migliaia di euro

Si sono presentati a casa di un’anziana signora a Treviso, in zona San Pelaio, vestiti di tutto punto e le hanno proposto l’acquisto di una poltrona vibrante del costo di ben 5 mila euro, ma ora dovranno rispondere di tentata truffa in concorso.

Si tratta di due torinesi, un 44enne con alle spalle 15 truffe e un incensurato di 53 anni, segnalati da dei residenti  per aver parcheggiato per due giorni consecutivi nei pressi della casa dell’anziana donna, una 80enne alla quale hanno fatto firmare un contratto per l’acquisto della poltrona.

All’arrivo della polizia per un semplice controllo, uno dei due si trovava proprio nell’abitazione della signora; il collega, invece, aveva allontanato la sorella 75enne con la scusa di farsi mostrare la sua collezione di libri antichi.

La vittima aveva un aspetto del tutto stravolto, dichiarando di non aver mai firmato quel contratto ma, alle verifiche della polizia, l’azienda per la quale gli agenti lavoravano ha confermato che entrambi vendessero il prodotto in tutto il nord Italia. Tutto regolare, quindi, se non fosse che i due avrebbero approfittato dell’età delle sorelle per raggirarle e ottenere una vendita facile.

L’ottantenne aveva firmato un contratto il giorno prima, che prevedeva il versamento di un acconto di 700 euro, più 18 rate da 245 euro. A seguito della querela da parte delle sorelle, i due sono stati allontanati e denunciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento