menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Truffa allo sportello del bancomat: ladro si fa consegnare 2400 euro

I carabinieri di Cordignano sono riusciti a fermare un uomo di 54 anni accusato di aver derubato un trevigiano ingannandolo allo sportello del bancomat

La stazione dei carabinieri di Cordignano ha denunciato in stato di libertà D.A., classe 1965 originario di Avezzano (AQ), divorziato, nullafacente e pluripregiudicato, per il reato di truffa ai danni di B.E, classe 1953 di Cappella Maggiore, al quale è riuscito a sottrarre circa 2.400 euro.

Il fatto risale al novembre 2018 quando B.E, dopo aver messo l’annuncio di vendita della propria autovettura su un sito online, era stato contattato da D.A., il quale, dopo avergli fornito false generalità, si dimostrava interessato all’acquisto del veicolo. Dopo aver dichiarato che non era andato a buon fine il bonifico per l’acconto però, il ladro induceva B.E. a recarsi presso lo sportello bancomat, facendogli credere che stava ricaricando la propria carta prepagata ricevendo soldi da D.A., mentre in realtà stava effettuando ricariche sulla carta prepagata di D.A. per un totale di circa 2.400. Una volta ricevuto l’accredito, D.A. ha fatto perdere le proprie tracce, interrompendo i contatti con la vittima. Le indagini, scattate a seguito della denuncia presentata da B.E., hanno permesso di accertare la vera identità di D.A. e la successiva denuncia alla Procura della Repubblica di Treviso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Aggredisce una studentessa in bici: 44enne finisce in carcere

  • Attualità

    Covid, 162 nuovi positivi e altri tre morti nella Marca

  • Attualità

    Vax Day per gli Over 80 nella Marca: «Oltre duemila vaccinati»

  • Attualità

    Monastier, sit-in davanti alla casa occupata: «Fuori gli abusivi»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento