menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Occhio alla truffa: false email Enel chiedono i dati bancari

L'azienda ha ricevuto molte segnalazioni su email che, dietro a presunti rimborsi ai clienti, chiedono dati bancari o di carte di credito

VENEZIA Si riceve un’email da un indirizzo apparentemente riferito all’azienda con la quale si viene invitati ad accedere ad un link per compilare un modulo in cui indicare i dati di conto corrente o carta di credito. Un’email che fa riferimento a un presunto rimborso di importi pagati erroneamente. Sono decine le segnalazioni giunte negli ultimi giorni all’Enel in merito a una truffa che ignoti stanno perpetrando attraverso la posta elettronica.

L’email – precisa Enel in una nota – non è stata inviata da Enel né da società incaricate, per cui l’azienda invita i clienti a non aprire l’allegato, tanto meno a compilare il modulo. Le società di vendita dell’azienda, in ogni caso non prevedono la richiesta di fornire dati bancari e/o codici personali via email o telefonicamente o attraverso link esterni.

L’azienda ha avviato tutte le azioni necessarie per la tutela dei clienti e della società. Chiunque dovesse ricevere email sospette può segnalarlo attraverso i consueti canali di contatto: i negozi Enel presenti sul territorio o i numeri verdi 800 900 800 per Enel Servizio Elettrico e 800 900 860 per Enel Energia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento