Coronavirus, truffa dei falsi tamponi in Veneto, la Regione: «Denunciate»

Sciacalli in azione per truffare gli anziani e le persone più deboli in questi giorni di emergenza. L'appello lanciato dalla Regione: «Non aprite la porta e chiamate il 112»

La Regione del Veneto ha scoperto una grave truffa ai danni di molti anziani, raggirati dai ladri con la scusa di falsi tamponi per il Coronavirus. Si tratta di un raggiro che funziona porta a porta con i ladri che, fingendosi operatori sanitari, cercano di entrare nelle case offrendo falsi tamponi contro il Coronavirus. 

La Regione invita a porre la massima attenzione alle persone che suonano alla porta di casa riferendo di essere incaricati dalla Regione stessa per effettuare il controllo con il tampone per il coronavirus. Tutta la popolazione è invitata a non aprire la porta a tali individui, veri e propri sciacalli, e a chiamare immediatamente il 112.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

Torna su
TrevisoToday è in caricamento