Mistero su promotore finanziario svanito con sei milioni di euro

Un promotore finanziario risulta essere svanito nel nulla con in tasca sei milioni di euro. La banca per cui lavorava ha chiesto il sequestro preventivo dei suoi beni

È mistero su un promotore finanziario della filiale della Credit Suisse di piazza Crispi e sei milioni di euro.

Da Il Gazzettino si apprende che lo scorso 18 ottobre l'istituto svizzero ha presentato la richiesta di un sequestro conservativo di tutti i beni, mobili e immobili, intestati a un cinquantenne che aveva ricoperto ruoli importanti nella filiale trevigiana. Un sequestro per una cifra esorbitante: sei milioni di euro. La notizia si è presto diffusa tra le vie del centro storico, seminando panico e rabbia tra i commercianti che avanzano soldi dall'ex promotore finanziario o hanno visto svanire nel nulla parte dei loro risparmi.

L'ipotesi è quella che il cinquantenne si sia sbizzarrito in investimenti un po' troppo disinvolti, impiegando denaro non suo in operazioni non concordate e senza mai restituirlo. A quanto pare, poi, più di un immobile sarebbe stato acquistato e ristrutturato per conto di una società creata dall'uomo, con la consulenza di un avvocato, senza pagare i fornitori. E un professionista della città avanzerebbe dal promotore finanziario ben cinquecentomila euro per lavori di ristrutturazione mai pagati. Voci non confermate e, in molti casi, tra loro contrastanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di certo c'è l'azione della Credit Suisse, che si è messa all'opera per difendere i propri interessi e la propria credibilità. L'operatore finanziario, però, sembra essersi volatilizzato: i creditori lo cercano da almeno quarantacinque giorni, ma di lui non c'è traccia. Come non c'è traccia dei sei milioni di euro calcolati dalla Credit Suisse, cifra che potrebbe rivelarsi di gran lunga superiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

  • Questo è il periodo della zucca: 4 ricette tipiche buonissime

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento