Cronaca

Vittorio Veneto: scoperta dai carabinieri la truffa dello specchietto

Un cittadino italiano senza fissa dimora è stato arrestato mentre stava cercando di truffare un incolpevole anziano nei pressi di Revine Lago

VITTORIO VENETO- I carabinieri della compagnia di Vittorio Veneto sono riusciti a fermare un incredibile tentativo di truffa ai danni di un anziano, nella giornata di venerdì. Tutto è iniziato quando una pattuglia, scesa in strada per un servizio finalizzato al controllo del territorio, ha notato fermo sulla carreggiata un uomo che discuteva con un anziano.

I carabinieri, insospettiti per la strana situazione, si sono avvicinati. Il colpevole, D.M. alla vista dei carabinieri ha subito cercato di risalire in macchina ma per sua sfortuna è stato prontamente fermato dagli uomini in divisa. L’anziano signore che stava per essere truffato, ha raccontato che mentre si trovava alla guida della sua macchina, aveva sentito improvvisamente un colpo sulla carrozzeria. Subito dopo era stato superato da una macchina con alla guida D.M. che gli aveva fatto segno di accostarsi. Scesi dalle vetture, il giovane sosteneva che il malcapitato anziano gli avesse rotto lo specchietto e, per tale danno, voleva la somma in contanti di 140 euro.

In realtà si trattava dell'ennesima truffa ai danni di un innocente anziano, dato che non era stato lui a rompere lo specchietto della macchina. Ora bisognerà chiarire se l'uomo in passato aveva già messo a segno colpi dello stesso genere o se questa fosse il suo primo tentativo. Nel frattempo il suo arresto è stato convalidato e ora l'uomo è stato rinviato a giudizio in attesa di sapere quale sarà la pena per la sua tentata truffa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittorio Veneto: scoperta dai carabinieri la truffa dello specchietto

TrevisoToday è in caricamento