menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Versa la caparra per una vacanza a Rimini, arriva e scopre la truffa

Un 40enne di Riese Pio X vittima di un raggiro online. Dopo aver versato 250 euro di acconto è giunto a destinazione, ma la casa non esisteva

RIESE PIO X - Ha contattato l'inserzionista, ha versato la caparra ma quando è arrivato a destinazione dell'appartamento non c'era traccia. E nemmeno del presunto proprietario che, una volta intascati i soldi, non si era più fatto vivo. Non è riuscito a sfuggire però alle forze dell'ordine che sono riuscite a rintracciarlo, quindi a denunciarlo per truffa.

Uno dei più comuni raggiri online quello cui è andato incontro un quarantenne residente a Riese Pio X. Pensava di aver prenotato una vacanza a Rimini, ma non era così. Dopo aver letto un annuncio in rete di un appartamento disponibile per una settimana a un prezzo molto conveniente, ha contattato l'inserzionista. Quest'ultimo, al momento della prenotazione, ha chiesto al malcapitato un acconto di 250 euro. Una volta effettuato il versamento, il tempo che arrivasse il giorno dell'inizio della vacanza e il trevigiano si è recato a Rimini. Solamente che quell'appartamento prenotato non esisteva. La vittima del raggiro si è perciò rivolta ai carabinieri, riusciti a identificare il truffatore. Si tratta di un 35enne di origini napoletane con dei precedenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Montebelluna, la mamma di Mattia ai funerali: «Chi ha sbagliato pagherà»

  • Attualità

    Vaccinazioni, Benazzi difende l'infermiera: «Non è una No Vax»

  • Attualità

    Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento