menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una slot machine

Una slot machine

Investivano in scommesse e slot i soldi guadagnati con le truffe on line

Indagine della Procura minorile di bologna e dalla procura ordinaria di Pordenone. Perquisite dai carabinieri di Montebelluna le abitazioni di un 17enne e due 24enni, tutti nomadi

Con una serie di truffe on line, almeno otto quelle accertate, erano riusciti ad accumulare un "tesoretto" di oltre 15mila euro. Come reinvestirlo? Sperperandolo in scommesse sportive e nelle sale slot. Questo quanto è emerso nel corso di un'indagine coordinata dalla Procura per i minori di Bologna e dalla Procura ordinaria di Pordenone che ha portato a denunciare per truffa in concorso tre trevigiani, tutti nomadi. Si tratta di un ragazzo trevigiano 17enne e due 24enni di Montebelluna, entrambi con precedenti alle spalle per furto. Nei giorni scorsi i carabinieri di Montebelluna hanno perquisito le loro abitazioni, sequestrando della documentazione ed alcuni smartphone utilizzati dalla banda.

Tra agosto e ottobre 2020, dopo aver attivato diverse utenze telefoniche intestate a soggetti fittizi, con le quali venivano contattate le loro vittime, i giovani truffatori proponevano l'acquisto di beni online inducendole a recarsi presso i loro istituti di credito per accreditare somme di denaro su carte di debito che erano state appositamente attivate. Il contante veniva poi prelevato presso sportelli automatici delle provincie di Treviso e Venezia e reimpiegato in scommesse presso alcune sale slot.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento