Tumori, ricerca no profit dello Iov Veneto protagonista negli Usa

Le parole dell'assessore regionale alla sanità Luca Coletto: "Istituto Oncologico Veneto conferma di essere al top a livello internazionale"

TREVISO “Con questa ricerca, che sarà presentata al maggior consesso mondiale di oncologia il prossimo 5 giugno in America, l’Istituto Oncologico Veneto conferma di essere al top internazionale, sia per la qualità delle cure che per la ricerca, due armi inscindibili nella lotta al tumore”. Lo sottolinea l’Assessore alla Sanità della Regione del Veneto Luca Coletto, commentando la notizia che uno studio sul carcinoma mammario coordinato dallo Iov, sarà presentato dal Professor Pierfranco Conte, direttore dell’Oncologia Medica all’Istituto e Coordinatore della Rete Oncologica Veneta (ROV), creata dalla Regione, nel corso della Breast Cancer Session dell’American Society of Clinical Oncology di Chicago.

“Oltre alla qualità scientifica del lavoro – aggiunge l’Assessore Coletto – è particolarmente significativo che si tratti di uno studio indipendente e no profit finanziato con il bando per la ricerca indipendente dell’Aifa. Una pratica che va sicuramente incentivata e che i ricercatori veneti hanno saputo realizzare nel modo migliore, con grande rigore scientifico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento