rotate-mobile
Cronaca Centro / Piazzetta Botter Mario, 1

Turismo organistico: da Oxford a Treviso per ammirare gli organi storici della Marca

Una ventina di organisti e appassionati di musica della Oxford and District Organists' Association (ODOA) hanno concluso giovedì il loro soggiorno di sei giorni in città

TREVISO Con l’arrivo della bella stagione (almeno secondo il calendario) riprende il turismo organistico a Treviso, grazie alle relazioni internazionali del Festival Organistico “Città di Treviso e della Marca Trevigiana”. Una ventina di organisti e appassionati di musica organistica della Oxford and District Organists' Association (ODOA), hanno concluso il 26 aprile il loro soggiorno di sei giorni a Treviso, durante il quale hanno potuto ammirare e provare gli organi storici della città e concedersi anche una “giornata organistica” veneziana e una visita a Vicenza, guidati da membri del Comitato Promotore del Festival Organistico “Città di Treviso e della Marca Trevigiana”, dal suo direttore artistico Roberto Antonello e dall’organaro Francesco Zanin.

Il presidente dell’Associazione di Oxford, John Brennan, e numerosi importanti organisti inglesi del gruppo hanno così potuto, grazie anche alla disponibilità dei parroci e all’impegno del Festival, accedere alle tastiere degli organi e provarli durante il loro soggiorno, conoscendo da  vicino l’immenso patrimonio organaro e la tradizione organistica trevigiana, ma ammirando anche in toto la città che hanno apprezzato con grande curiosità, sorpresi dalla concentrazione d’arte e di storia che vi hanno trovato. Nelle prossime settimane, altri gruppi di musicisti e appassionati visiteranno e testeranno i diversi strumenti storici trevigiani in tour che rientrano nel virtuoso circuito di turismo organistico che il Festival ha da tempo avviato richiamando organisti da tutta Europa e dall’Asia.

Ma il turismo organistico non è riservato solo a chi viene da lontano, ma anche al pubblico locale che vuole scoprire e riscoprire le meraviglie della Marca attraverso il suo ingente patrimonio di strumenti antichi: domenica 21 maggio salperà (alle 10 dal porticciolo di Casale sul Sile), la Terza Crociera Organistica, progetto corale realizzato dal Festival Organistico “Città di Treviso” ed Asolo Musica-Veneto Musica in accordo con i Comuni di Casale sul Sile, Silea e Casier e con il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso. Per un’intera giornata i partecipanti potranno navigare sul Sile per raggiungere le chiese nei pressi dei porti fluviali ed apprezzare tre concerti organistici nella chiese di Cendon di Silea (ore 12), Casier (ore 15) e Cas.ale sul Sile (ore 17).

Prima di ogni recital, lo storico Ivano Sartor illustrerà le chiese che ospiteranno i concerti ed i tesori in esse custodite L’ingresso a ogni concerto sarà libero tanto per i partecipanti alla crociera quanto per chi vorrà ascoltare anche ad un singolo recital. La quota di partecipazione alla crociera in motonave, comprensiva del pranzo a buffet, è di euro 40, con riduzioni per i soci Asolo Musica, Club Festival organistico e studenti dei Conservatori del Veneto (euro 30), nonché per i ragazzi fino a 12 anni (euro 20). Informazioni e iscrizioni: Asolo Musica (tel. 0423.950150 – mail: info@asolomusica.com)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo organistico: da Oxford a Treviso per ammirare gli organi storici della Marca

TrevisoToday è in caricamento