menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

TURISMO Su Facebook il Veneto risulta il più cliccato

Lo dicono le specifiche rilevazioni del mese di aprile, realizzate dallo Studio Giaccardi, un’associazione tra professionisti

VENEZIA - Il Veneto turistico su Facebook si colloca tra le mete più cliccate e delle quali più si parla. Lo dicono le specifiche rilevazioni del mese di aprile, realizzate dallo Studio Giaccardi, un’associazione tra professionisti che vuole contribuire a creare cultura e valore d’impresa internazionale e si occupa principalmente di progetti di sviluppo per le imprese, ricerca economica, sistemi di relazione per il business, progetti di comunicazione, web marketing, marketing territoriale e coaching organizzativo. Lo Studio, tra l’altro rileva mensilmente i dati statistici delle pagine facebook delle Regioni italiane.

“La crescita di attenzione per le nostre pagine è un segnale piccolo, ma oggettivo e attualizzato, di interesse per la nostra offerta di ospitalità – dice l’assessore regionale al turismo – che ci fornisce anche indicazioni per migliorare le performance di gradimento della nostra pagina Facebook, che è in ogni caso un punto di riferimento usatissimo a livello mondiale”. Nella classifica dei “Mi piace”, Turismo in Veneto ne acquisisce il maggior numero e sale di una posizione. La pagina veneta migliora inoltre nel resoconto del Talking about ed è al secondo posto per numero di persone che ne parlano. Primo posto, invece, per apprezzamento di post pubblicati e l’interazione con gli utenti, dato che consolida e migliora la sua performance.

“Queste rilevazioni – afferma l’assessore – fanno il paio, per così dire, con i primissimi dati certificati su arrivi e presenze nel Veneto per l’anno corrente, relativi ai mesi di gennaio e febbraio. I numeri sono positivi rispetto allo stesso periodo del 2013: + 2,6 per cento di arrivi e + 0,9 per cento nei pernottamenti, con un recupero degli ospiti italiani. E’ assolutamente prematuro azzardare previsioni, tenuto conto che dal punto di vista quantitativo siamo a poco più del 5 per cento del totale annuale regionale. Ci sono tuttavia importanti e promettenti dati, come il + 21,7 per cento negli arrivi di turisti cinesi e il + 13 per cento dei russi, con analoghe performance sulle presenze – aggiunge l’assessore regionale – e la conferma dell’appeal delle città d’arte e delle terme. Ci sono insomma motivi di ottimismo per il turismo veneto 2014, tenuto conto delle avversità “elettriche” e di eccesso di neve che hanno penalizzato le nostre mete invernali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento