Strattona e rapina un passante, clochard 22enne arrestato

L'aggressione era avvenuta lo scorso 9 febbraio presso l'autostazione di Udine. Ad incastrare Kevin Reinard, di Castelfranco Veneto, sono state le indagini dei carabinieri del nucleo radiomobile del capoluogo friulano

La rapina in piazza di Kevin Reinard

Grazie alla visione delle telecamere di videosorveglianza dell'autostazione di Udine, i carabinieri della sezione radiomobile del capoluogo friulano sono riusciti a identificare e arrestare l'autore di una rapina messa a segno lo scorso 9 febbraio ai danni di un passante che è stato strattonato, scaraventato a terra e derubato da un 22enne di Castelfranco Veneto, Kevin Reinard. Il gip del tribunale di Udine, mercoledì 12 febbraio, ha convalidato, su richiesta del pm  Maria Caterina Pace il fermo del giovane che si trova attualmente in carcere "considerato altresì -si legge nell'ordinanza- il concreto pericolo di fuga del malvivente, attualmente senza fissa dimora".

La rapina

Il 9 febbraio alle ore 19, a Udine, i carabinieri sono intervenuti in piazzetta del Pozzo dove un 63enne residence a Udine, aveva denunciato clue, uno sconosciuto, a volto scoperto, lo aveva avvicinato all'intemo della locale autostazione, chiedendogli insistentemente una somma di denaro e al suo diniego, lo aggrediva fisicamente. La vittima è riuscita a divincolarsi e a fuggire, ma è stato inseguito a piedi e raggiunto in piazza del Pozzo, dove gli ha strappato il borsello che conteneva solo documenti. Nel frangente il malvivente, allo scopo di fuggire, ha strattonato violentemente l'uomo facendolo cadere a terra. Soccorso dall'ambulanza, il 63enne è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale di Udine, dove, per le lesioni riportate sono state giudicate guaribili in venti giorni.

La cattura

II pomeriggio del 10 febbraio a Udine in piazzale D'Annunzio, i carabinieri hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto Kevin Rainard, ventiduenne da Castelfranco Veneto, senza fissa dimora, pluiripregiudicato, come responsabile della rapina. Le indagini condotte dai Carabinieri, consentivano di appurare che i reati erano stati commessi in un'area territoriale interdetta al malvivente, poiche lo stesso risultava colpito dal provvedimento di "daspo urbano" emesso dal Sindaco di Udine, notificato lo scorso 7 febbraio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

WhatsApp Image 2020-02-13 at 14.03.03-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento