Cronaca

Unindustria Treviso sigla l'accordo fino al 2018 con l’Ufficio Scolastico

Il Vicepresidente di Unindustria Treviso, Carraro: "Come scuole e come imprese siamo impegnati nella sfida dell'alternanza scuola - lavoro, che consideriamo una grande opportunità per gli studenti ma anche per le aziende"

Il Vicepresidente di Unindustria Treviso Sabrina Carraro e il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Barbara Sardella
TREVISO Unindustria Treviso e l’Ufficio Scolastico di Treviso hanno sottoscritto un protocollo d’intesa, che rinnova e rafforza la collaborazione già in essere fin dal 2008. A firmare l’intesa la Dirigente dell’Ufficio Scolastico, Barbara Sardella, e la Vicepresidente di Unindustria Treviso delegata al Capitale Umano Sabrina Carraro.L’accordo, che ha validità fino al 2018, prevede che l’Ufficio Scolastico di Treviso e Unindustria Treviso operino congiuntamente per  sostenere le iniziative idonee a promuovere una didattica basata sullo sviluppo delle competenze e la collaborazione tra scuola, università, formazione professionale e imprese, al fine di individuare modalità efficaci per favorire l’innovazione del sistema dell’istruzione.
Verranno valorizzate in particolare la formazione dei docenti per l’acquisizione delle competenze  essenziali per l’esercizio della cittadinanza attiva, con attenzione a quelli impegnati nell’orientamento per una migliore conoscenza delle imprese, anche predisponendo azioni per la formazione e l’aggiornamento degli insegnanti.Grande attenzione alle iniziative di alternanza scuola lavoro, diventate parte integrante dell’esperienza formativa, in particolare per la diffusione della cultura dell’alternanza presso le imprese e il miglioramento degli standard di conduzione dell’esperienza.  Altri obiettivi al centro dell’accordo sono la condivisione del sistema di rilevazione delle competenze, la promozione della cultura tecnica, la valorizzazione delle eccellenze, istituti scolastici e studenti, del territorio, lo sviluppo della collaborazione tra scuole e tra queste e l’università e la formazione professionale.
“La già collaudata collaborazione tra l’Ufficio Scolastico e Unindustria Treviso, quest'ultima da sempre attenta ai bisogni formativo-professionali degli studenti, ha fatto sì che la scuola trevigiana si trovasse già pronta ad affrontare le nuove sfide lanciate dall'ultima riforma scolastica, nota come "Buona scuola", volta a potenziare una didattica professionalizzante in grado di intercettare e soddisfare sempre di più le richieste del mercato. Questo nuovo accordo, si spera possa rendere ancora più stretto il legame tra scuola e impresa con l'obiettivo, da un lato, di formare giovani più consapevoli delle loro potenzialità e competenze e dunque capaci di spendersi al meglio nel mercato del lavoro; dall'altro,  di consentire alle imprese di poter fare un investimento strategico in capitale umano, contribuendo fattivamente alla formazione delle giovani generazioni nelle cui mani è riposta la crescita socio-economica di questo territorio”, dichiara Barbara Sardella. 
“La recente riforma – dichiara Sabrina Carraro – dà ulteriore valore a questo accordo. Come scuole e come imprese siamo impegnati nella sfida dell’alternanza scuola – lavoro, che consideriamo una grande opportunità innanzitutto per gli studenti ma anche per le aziende, che sono chiamate ad ‘aprirsi’ e a dare rinnovata centralità al capitale umano. Collegare tra loro educazione e inserimento professionale è necessario, per il futuro dei giovani e anche per quello delle imprese del territorio. La collaborazione con l’Ufficio Scolastico di Treviso è quindi essenziale per dare coerenza al progetto e consentire che esprima al meglio tutte le sue positive potenzialità
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unindustria Treviso sigla l'accordo fino al 2018 con l’Ufficio Scolastico

TrevisoToday è in caricamento