menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo del salvataggio (Vigili del fuoco)

Il luogo del salvataggio (Vigili del fuoco)

La barca si rovescia, pescatore scivola nel canale: salvato in extremis

L'uomo è stato soccorso dai vigili del fuoco che lo hanno trasportato a riva e affidato ai sanitari del 118 che l'hanno portato in ospedale

QUINTO DI TREVISO - La barca improvvisamente si è rovesciata e lui è finito in acqua. Si è temuto il peggio per un pescatore sportivo trevigiano, S.C., di 40 anni, che è finito nel Sile lunedì nel primissimo pomeriggio. L'uomo è stato soccorso in stato di ipotermia e trasportato all'ospedale per accertamenti. Secondo le prime ricostruzioni sul caso il pescatore, che si trovava a Quinto di Treviso nelle vicinanze del depuratore, sarebbe finito in acqua intorno all'ora di pranzo per poi essere tratto in salvo nel primo pomeriggio, poco dopo le 14.

Deve ancora essere fatta chiarezza sull'episodio. Dagli accertamenti effettuati dai carabinieri intervenuti sul posto, sembra che a causare la caduta in acqua di S.C. sia stato il ribaltamento del barchino su cui si trovava. Il corpo del pescatore, fortunatamente salvo anche se in stato di ipotermia avanzata, è stato recuperato a fine pista dell'aeroporto Canova di Treviso dai vigili del fuoco del nucleo Saf. Per facilitare le operazioni di soccorso e salvataggio, i pompieri una volta ricevuta la segnalazione hanno monitorato tutta l'area dall'alto a bordo dell'elicottero. Una volta rintracciato l'uomo, lo hanno recuperato e trasportato a riva, affidandolo ai sanitari del 118 che lo hanno immediatamente trasportato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso, dove è stato sottoposto ad accertamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento