rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca San Vendemiano

Dopo 30 anni di abusi e violenze, trova la forza e denuncia il marito

Una 50enne di San Vendemiano segnala i ricatti e le botte del compagno anche nei confronti dei figli dopo decine di anni di matrimonio

Ha sopportato trent’anni di maltrattamenti e umiliazioni quotidiane insieme ai suoi due figli maschi e il 29 giugno ha trovato la forza di denunciare il marito alla polizia.

Una 50enne di San Vendemiano si è recata dagli agenti perché esasperata a causa di un compagno ultra sessantenne che la picchiava giorno dopo giorno ed era manesco anche con i loro ragazzi.

L’uomo è stato definito un padre padrone che sottometteva la famiglia e la faceva sottostare alle sue dipendenze economiche. Impiegato con un modesto stipendio, non le permetteva di lavorare per guadagnarsi da vivere e le consegnava una decina di euro a settimana per la spesa. Niente paghetta nemmeno ai figli, costretti a stare a casa senza poter cercare un impiego.

Stando alle dichiarazioni, una vita fatta di ricatti, botte e violenza psicologica: “Non valete niente” diceva loro il padrone di casa. Una situazione di totale sudditanza e di abusi durati decine di anni, finchè la disperazione ha fatto salire nella donna la volontà di riscattarsi e di chiedere la separazione, per poi denunciare il tutto alle forze dell’ordine.

La polizia, insieme alla Procura, ha emesso un provvedimento nei confronti del marito che è stato allontanato dall’abitazione familiare con divieto di riavvicinarsi.

Gli agenti hanno rinvenuto anche numerosi referti medici della donna risalenti all’ultimo periodo, a conferma che lui la picchiasse procurandole lesioni anche gravi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 30 anni di abusi e violenze, trova la forza e denuncia il marito

TrevisoToday è in caricamento