menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uomo 67enne a processo: aveva criticato la senatrice Puppato

F.C. di Montebelluna aveva criticato aspramente la persona e l'operato dell'esponente del Pd in diverse occasioni tra il 2012 e il 2014

MONTEBELLUNA - Sarà un giorno importante il 17 ottobre prossimo per la senatrice Laura Puppato: la data infatti fa riferimento alla prima udienza filtro del 67enne montebellunese F.C. accusato di aver travalicato i limiti alla libertà di critica politica a partire dal 2012 fino ad oggi.

Come riporta "la Tribuna" , i fatti che la Procura contesta all'uomo ebbero inizio nel mese di aprile 2012 durante la campagna elettorale per il Senato dell'allora capogruppo PD in Regione Veneto Laura Puppato. Il tutto ebbe inizio con mail dell'uomo indirizzate a blog, testate giornalistiche e segretari di partito locali sistematicamente il giorno prima di ogni singolo convegno o comizio a cui la donna avrebbe partecipato, costringendo quindi poi la stessa a doversi difendere anche in pubblico dalle accuse che pervenivano dall'uomo. Tali atti furono quindi oggetto di querela da parte della senatrice montebellunese che avrebbe avuto l'effetto di veder drasticamente diminuite le mail di critica dell'uomo, perdurate nonostante tutto fino ad aprile 2014.

F.C. avrà ora la possibilità di scegliere un rito alternativo come il rito abbreviato, il patteggiamento o andare direttamente a dibattimento. La  senatrice Puppato dal canto suo sarà difesa dall'avvocato Diego Signor.

Questa la replica di F.C.: “Le mie critiche iniziano a settembre del 2012 e riguardano la strumentalizzazione partitica dell’ evento partigiano del Cansiglio. Laura Puppato è stata presentata come oratrice unica capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale del Vento.  Sono figlio e nipote di partigiane che hanno combattuto i nazifascisti in Cansiglio e nel bellunese. Sono state arrestate e dopo essere passate per la famigerata caserma Tasso di Belluno sono state internate nel campo di prigionia di Bolzano. L’ antifascismo non è partitico, ma deve unire tutto il popolo italiano. Una mia nota al Presidente dell’ANPI, Carlo Smuraglia, ha avuto un riscontro positivo. Ho diffuso le mie critiche con i mezzi a mia disposizione. Non solo emails a segretari di partito od amministrazioni, ma messaggi in facebook, note a parlamentari, innanzitutto di PD e M5s, lettere a giornali, una, per esempio, è stata pubblicata dal quotidiano Il Manifesto, articoli inviati a giornali on line come Infosannio o Imola oggi o a blogs con i quali collaboro come quello di Daniele Barbieri o La Storia Le Storie di Pordenone, circoli ANPI e così via. Puppato in rete viene anche offesa. Offese dalle quali ho preso le distanze perché deformano e non mettono in luce la reale personalità del personaggio politico. Tengo a ribadire che le mie critiche sono in armonia con un punto di vista politico, quello che critica un certo tipo di classe politica non coerente, ed hanno uno scopo politico, quello di mettere in evidenza contraddizioni tra il dire ed il fare di certi personaggi politici. Oltre alle possibilità di patteggiamento, rito abbreviato od andare al patteggiamento c’ anche un’ altra ipotesi: che la senatrice Laura Puppato valuti correttamente la valenza politica della denuncia, la  ritiri e si confronti politicamente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento