menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Treviso sbarca l’urbanistica partecipata: un urban center in città

La maggioranza lavorerà al documento strategico per gli incontri nei quartieri. Il settore urbanistica studia i casi italiani

TREVISO L’urbanistica partecipata sbarca in città. Dopo l’approvazione del PAT, che prevede il taglio netto di un milione e mezzo di cubature di cemento, si apre ora il percorso che condurrà alla redazione del PI. Il primo step prevede la redazione di un documento strategico a partire dal regesto e dall’atto di indirizzo del sindaco. In questa fase verranno realizzati degli incontri di informazione e ascolto nei quartieri con i cittadini, necessari per la raccolta dei contributi finalizzati all’individuazione delle tematiche utili per la stesura del ‘documento del sindaco’ che dovrà contenere priorità, trasformazioni urbanistiche, interventi e opere pubbliche. Un’attività prodromica alla redazione del PI  che a sua volta prevederà un’ulteriore fase di concertazione. E proprio la redazione del documento politico strategico, base essenziale per la realizzazione degli incontri nei quartieri, sarà uno degli argomenti di cui tratterà la maggioranza di governo della città nella riunione prevista per il 2 settembre. 

“La fase di ascolto, che verrà strutturata tenendo conto delle indicazioni che verranno discusse in sede di maggioranza, inaugura un nuovo modo di gestire i processi urbanistici in città – dichiara il primo cittadino di Treviso Giovanni Manildo - E’ tutta una città che attraverso un ciclo di incontri parteciperà alle scelte che daranno vita alla Treviso del futuro. Incontreremo i cittadini per informare, ascoltare e raccogliere contributi utili su temi di comune interesse”.    Inoltre nella seduta di mercoledì  la giunta ha approvato con una comunicazione le linee di indirizzo per l’organizzazione della struttura comunale dell’Urban Center. In Italia le esperienze significative non mancano: Bologna, Torino, Ferrara e Brescia sono tutte realtà dove è attivo un centro per l’informazione e la concertazione dei processi urbanistici cittadini.  Per il settore urbanistica casi studio a partire dai quali elaborare una proposta per la città. In Veneto l’unica città ad aver dato vita a un centro con questo tipo di funzioni è Vicenza: “Potrà essere utilizzato come luogo di svolgimento dei processi di pianificazione e concertazione, esposizione dei progetti, degli interventi, oltre che di informazione dell’attività programmatoria del Comune, di promozione del sistema Treviso e di comunicazione permanente. Crediamo inoltre chiude il sindaco – sia importante, nella realizzazione di questo progetto, il coinvolgimento di diversi soggetti dalle associazioni di categoria, a realtà innovative come Treviso Smart Community”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento