rotate-mobile
Sabato, 24 Settembre 2022
Cronaca

Ulss 2: al via lunedì la campagna di vaccinazione contro l'influenza

Da lunedì 13 novembre, nei comuni del distretto Ulss 2, saranno disponibili le vaccinazioni antinfluenzali. La vaccinazione sarà gratuita per gli anziani e per i soggetti a rischio

TREVISO Prenderà il via lunedì 13 novembre la campagna di vaccinazione nei tre Distretti dell’Ulss 2: 143.300 le dosi di vaccino a disposizione e 650 le persone impegnate nelle operazioni di vaccinazione, che si concluderanno il 31 gennaio. Si ricorda che l’influenza non è una malattia banale:  dal 2010 a oggi, nel solo Veneto, sono stati necessari oltre 600 ricoveri in ospedale e si sono avuti 95 decessi. Lo scorso anno nella nostra Regione sono state ricoverate 101 persone, 55 i casi gravi e 8 i decessi.

Quest’anno la composizione del vaccino è la seguente: A/Michigan/45/2015 (H1N1) - nuova variante, A/Hong Kong/4801/2014 (H3N2) - presente anche nel vaccino 2016/2017, B/Brisbane/60/2008 (lineaggio B/Victoria) - presente anche nel vaccino 2016/2017. Nel vaccino quadrivalente è inserito, inoltre, il ceppo B/Phuket/3073/2013-like (lineaggio B/Yamagata/16/88). La campagna è rivolta principalmente ai soggetti di età pari o superiore a 65 anni, alle persone di tutte le età con alcune patologie di base che aumentano il rischio di complicanze in corso di influenza, alle persone non a rischio che svolgono attività di particolare valenza sociale. La vaccinazione è offerta in modo gratuito alle persone che rientrano nelle seguenti categorie a rischio: le persone di età pari o superiore a 65 anni, le persone di età compresa tra i 6 mesi e i 65 anni affette da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza, le persone in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, le donne che all’inizio della stagione epidemica saranno nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, le persone di qualunque età ricoverati in strutture per lungodegenti. 

Potranno ricevere la vaccinazione gratuitamente anche i familiari delle persone gravemente ammalate. La vaccinazione è fortemente raccomandata al personale sanitario e di assistenza non solo per la protezione individuale ma anche per garantire la sicurezza dei pazienti che potrebbero essere contagiati. La vaccinazione è inoltre indicata per gli addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e le altre categorie di lavoratori esposti quali le forze armate, le forze di polizia inclusa la polizia municipale, i vigili del fuoco e il personale della protezione civile, i  volontari dei servizi sanitari di emergenza, il personale di assistenza case di riposo, il  personale degli asili nido, di scuole dell’infanzia e dell’obbligo, il personale della pubblica amministrazione, personale che per motivi occupazionali è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani (allevatori, addetti all’allevamento, addetti al trasporto di animali vivi, macellatori e vaccinatori, veterinari pubblici e libero professionisti).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss 2: al via lunedì la campagna di vaccinazione contro l'influenza

TrevisoToday è in caricamento