rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Papà vieta il vaccino al figlio di 12 anni: la sentenza tra dieci giorni

Genitori divisi sul vaccino anti-Covid: il caso arriva in tribunale a Treviso. Il padre non vuole che il più piccolo dei suoi figli si vaccini, la madre chiede invece che venga ascoltata la volontà del ragazzino

Un'intera famiglia divisa sul vaccino anti-Covid: dallo scorso agosto il più piccolo dei tre figli, 12 anni, vuole vaccinarsi contro il Covid ma suo padre non ha voluto dare il consenso, inviando anche una lettera di diffida al centro vaccinale di Godega.

Di tutt'altro parere la madre che, nella speranza di veder accolta la richiesta del figlio, ha portato il caso in tribunale. Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", giovedì 3 febbraio il ragazzino si è presentato di fronte al giudice del tribunale di Treviso e ha ribadito la sua volontà a vaccinarsi. La sentenza è attesa fra una decina di giorni, dopo che per ben due volte l'udienza era stata rinviata: la prima volta per la positività del giudice, la seconda perché sia il 12enne che il padre (residenti nel Coneglianese) erano risultati positivi. Giovedì, oltre al ragazzino sono stati ascoltati anche i genitori, separati da anni. La madre ha l'affido esclusivo e in aula ha ribadito la sua volontà di garantire al figlio una vita sociale normale, non essendo provvisto di Green pass prima di contrarre il virus. Ora ha la certificazione verde da guarito. Ma fra sei mesi il problema si ripresenterà. Il padre aveva provato anche agli altri tre figli, senza riuscirci perché erano già maggiorenni. La diffida dell'ex moglie lo aveva costretto ad andare per vie legali. Ora, salvo nuovi rinvii, la sentenza dovrebbe arrivare entro la metà di febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papà vieta il vaccino al figlio di 12 anni: la sentenza tra dieci giorni

TrevisoToday è in caricamento