rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Pfas: "Vademecum per la tutela dei cittadini e delle donne in gravidanza"

Un vademecum capace di guidare la cittadinanza nel capire cosa fare per tutelarsi e per garantire la salute propria e dei propri cari

TREVISO “Malgrado sia passato già un anno  dal  mandato  ricevuto  unanimemente  dal  Consiglio  regionale,  la Giunta  non ha  ancora  avviato  una  vera campagna informativa  a beneficio dei  cittadini, capace di fornire  consigli ed indicazioni  sugli  accorgimenti  da  adottare  e sugli esami medici da fare per  individuare e limitare  gli  effetti  dannosi dei  Pfas  sulla salute, in particolare materna e  neonatale”. A denunciarlo è la consigliera regionale Cristina Guarda (AMP) che con un’interrogazione solleva la questione.

“Era  l’aprile  dello  scorso  anno  quando  in aula  venne  approvata  una  mozione  da  me  presentata  come prima firmataria, con  la quale  è  stato  dato  pieno  mandato  al  governo  veneto  di  dare  la massima protezione ed informazione, diffondendo  tra  la  popolazione  maggiormente  esposta  una  serie  di  avvertenze  e  di precauzioni. Eppure  da  allora  nulla  è  stato  fatto, se non un depliant di iniziativa della Asl berica che informa soltanto sul tema Pfas, ben diverso dal richiesto vademecum capace di guidare la cittadinanza nel capire cosa fare per tutelarsi e per garantire la salute propria e dei propri cari. Tutto ciò sebbene  i  richiami  sulla  necessità  di  intervenire  e  di garantire  un’informazione  trasparente e indicazioni mediche chiare,  siano  stati più  che  autorevoli”.

La consigliera fa in particolare riferimento all’appello lanciato da Ernesto Burgio, “pediatra ed esperto di punta dell’European cancer and environment research institute di Bruxelles, ed uno dei massimi studiosi a livello mondiale circa il rapporto tra degrado dell'ambiente e salute umana. Il suo richiamo è inequivocabile e invita in modo accorato le istituzioni ad agire, soprattutto perché il rischio maggiore dei Pfas si concretizzano durante la formazione del feto e nei primi 2 anni di vita del bambino”. Di qui la domanda di Cristina Guarda rivolta alla Giunta sul perché non sia stata ancora predisposta alcuna campagna informativa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pfas: "Vademecum per la tutela dei cittadini e delle donne in gravidanza"

TrevisoToday è in caricamento