Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Via Erizzo

Spacciatore finisce nella rete dei controlli per il Coronavirus, arrestato

I carabinieri avevano fermato per un controllo un marocchino di 28 anni nel parcheggio del supermercato Lidl di Valdobbiadene. Sequestrati 42 grammi di hashish e 6 grammi di cocaina

L'emergenza Coronavirus non ferma lo spaccio di sostanze stupefacenti. A dimostrarlo l'operazione effettuata domenica dai carabinieri di Valdobbiadene che durante i controlli svolti per verificare il rispetto delle disposizioni sul contenimento del contagio da COVID-19, hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino marocchino di 28 anni, E.B.T., residente nella zona, disoccupato, con precedenti di polizia, ritenuto responsabile del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Domenica sera i militari, transitando nei pressi del parcheggio del supermercato "Lidl" di Valdobbiadene, in via Erizzo, hanno sorpreso lo straniero che, sottoposto a controllo, è stato perquisito e gli sono stati rinvenuti addosso 42 gr di hashish e 6 gr di cocaina ed un bilancino di precisione. Oltre alla contestazione del reato di spaccio di stupefacenti, E.B.T. è stato anche denunciato per il reato di inosservanza dei provvedimenti dell'autorità, poichè si trovava al di fuori della propria abitazione senza giustificato motivo. Lo straniero, su disposizione della Procura della Repubblica di Treviso, è stato accompagnato presso la casa circondariale del capoluogo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatore finisce nella rete dei controlli per il Coronavirus, arrestato

TrevisoToday è in caricamento