menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guai per il comune di Valdobbiadene: la Procura indaga sulle spese tra il 2012 e il 2016

Assunzioni non conformi, premi di risultato senza valutazione e incarichi a professionisti senza selezione preventiva: questi alcuni dei problemi riscontrati da un esposto del 2018

Abuso in atti d'ufficio. E' questa l'ipotesi di reato ipotizzata dalla Procura di Treviso che dopo la presentazione di un esposto, arrivato sui tavoli dei magistrati trevigiani nell'aprile del 2018, ha aperto una indagine su alcune spese sostenute dal comune di Valdobbiadene tra il 2012 e il 2016. Il fascicolo per ora è a carico di ignoti. 

All'attenzione dell'inchiesta, aperta a Palazzo di Giustizia e condotta dalla Guardia di Finanza, vi sono alcune situazioni sospette: una assunzione che sarebbe avvenuta con "prassi non conforme", una serie di acquisti avvenuti al di fuori delle procedure Mepa - il portale acquisti di beni e servizi in rete della Pubblica Amministrazione introdotto per per razionalizzare e ridurre la spesa pubblica - l'erogazione dei premi di risultato al personale che in alcuni casi sarebbe avvenuta senza l'utilizzo di un valido strumento di misurazione sul raggiungimento degli obiettivi e le spese per il personale che svolge attività in seno alla Comunità Montana. E anche alcune erogazioni di indennità al segretario comunale e su quello che viene definito un massiccio ricorso a consulenze e collaborazioni di professionisti, sia in campo fiscale che legale, affidate con incarichi diretti senza passare per i percorsi di selezione delle candidature.

Sui conti del comune di Valdobbiadene aveva voluto vederci chiaro in passato anche la sezione regionale di controllo per il Veneto della Corte dei Conti, che aveva svolto accertamenti su un ritardo nell'approvazione del rendiconto 2015, sulla gestione degli organismi partecipati e gli adempimenti in materia di organizzazione, fabbisogno e dotazione dell'organico. A quella verifica era seguita una ispezione del Ministero dell'Economia e delle Finanze, che aveva evidenziato le presunte irregolarità di cui si parla anche nell'esposto e che adesso sono al vaglio della Procura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento