Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Schianto mortale in Treviso-Mare: fissati i funerali di Valentino Polato

Martedì 13 luglio, alle ore 10, l'ultimo addio al 32enne di Noventa di Piave, dipendente di un'azienda di San Biagio di Callalta. La Procura non ha ritenuto necessaria l’autopsia e ha già dato il nulla osta

Valentino Polato

Saranno celebrati martedì 13 luglio, alle ore 10, nella chiesa di San Mauro Martire di Noventa di Piave, il paese di cui era originario e dove aveva vissuto a lungo, i funerali di Valentino Polato, il 32enne che da poco si era trasferito a Musile di Piave, rimasto vittima venerdì 9 luglio dell’ennesimo, tragico incidente stradale sulla Treviso-Mare a Caposile: sempre in chiesa a Noventa, lunedì sera alle 20, sarà recitato anche il rosario. L’autorità giudiziaria non ha ritenuto necessario disporre l’autopsia sulla salma e ha già dato il nulla osta ai familiari, che così hanno potuto fissare la data dell’ultimo saluto al loro caro. Una cerimonia a cui parteciperanno in tantissimi.

Valentino, dipendente della Sgd Group di San Biagio di Callalta e gran lavoratore, era conosciuto e ben voluto da tutti anche per la sua disponibilità verso gli altri, prova ne siano le centinaia di messaggi di cordoglio giunti in queste ore, anche dall’estero, alla compagna Irina e ai genitori Renzo e Gina, che hanno perduto il loro unico figlio: Polato lascia anche un figlioletto di appena quattro anni, Emanuele, che era la sua gioia più grande. I suoi cari, distrutti da un dolore senza fine, ci tengono a ringraziare con il cuore tutte le persone che sono state loro vicine e porgono il loro augurio di pronta guarigione ai due occupanti del mezzo pesante scontratosi frontalmente con il pick-up di Valentino, sollevati dal fatto che il sinistro non abbia causato altre vittime.

Quanto alla dinamica, per fare piena luce sui fatti confidano nel lavoro della magistratura e in quello di Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini a cui si sono affidati, attraverso il responsabile della sede di San Donà di Piave, Riccardo Vizzi, per essere assistiti. E pregano, infine, perché questa scia di sangue sulle strade veneziane che ha caratterizzato l’inizio dell’estate 2021 possa in qualche modo finire, perché altre famiglie non abbiano a patire la sofferenza che stanno provando e che proveranno per sempre per la perdita subita, invocando anche tutti gli interventi possibili per la sicurezza stradale da parte degli enti preposti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto mortale in Treviso-Mare: fissati i funerali di Valentino Polato

TrevisoToday è in caricamento