rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Zero Branco / Via Pesci

Devastano casa colonica per noia: fermati tre giovani vandali

Tre giovani, tra i 16 e i 18 anni, sono stati fermati dai Carabinieri per aver semidistrutto una casa colonica a Zero Branco. La giustificazione: "Ci annoiavamo"

Raccontavano agli amici le proprie bravate, vandandosi dei raid vandalici che mettevano a segno nella Provincia. Il loro obiettivo principale era un'abitazione colonica di via Pesci a Scandolara di Zero Branco, che dopo il loro passaggio era stata devastata a colpi di piccone e martello.

I Carabinieri hanno fermato tre ragazzi trevigiani: si tratta di un operaio diciottenne e due studenti di 16 anni. Sono stati denunciati per violazione di domicilio, violenza sulle cose e danneggiamento aggravato. La casa è di proprietà di una famiglia di Zero Branco, ma disabitata da tempo, perché nel frattempo si era trasferita nel veneziano.

I tre giovani non hanno resistito davanti ai militari ed hanno ammesso subito le proprie responsabilità dopo che qualche amico aveva fatto la spia ai Carabinieri. Ai tre sono stati contestati tre raid, il 4, il 7 e l'8 settembre nella vecchia casa colonica. In quelle occasioni sono stati distrutti vetri, porte e mobili. Di fronte ai militari i giovani hanno ammesso di aver dato libero sfogo alla loro aggressività “per noia” e hanno provocato danni per oltre trentamila euro.

La banda si è resa responsabile anche della rottura della vetrata della pensilina di una fermata dei bus e ulteriori danni al campo di calcio parrocchiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Devastano casa colonica per noia: fermati tre giovani vandali

TrevisoToday è in caricamento