Cronaca

Venditore di rose insultato e picchiato in centro a Treviso

L'episodio sabato sera nel cuore della città. La vittima sarebbe stata soccorsa da un passante. Il sindaco: "Servono più agenti"

Nei pressi del luogo dell'aggressione

TREVISO Lo hanno avvicinato, insultato e picchiato per poi andarsene. Un’aggressione inaspettata e forse anche immotivata avvenuta in pieno centro storico. Vittima della violenza un venditore ambulante di rose che sarebbe stato malmenato da un gruppo di ragazzi nei pressi della Pescheria a Treviso.

L’aggressione risale a sabato sera. Il malcapitato sarebbe stato avvicinato da un gruppetto di giovani che gli avrebbero strappato le rose dalle mani per poi gettarle a terra. Subito dopo, lo avrebbero preso a schiaffi e pugni, per poi dileguarsi. "Un brutto episodio, sicuramente da condannare – ha commentato il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo. Ringrazio il cittadino che avendo assistito all’aggressione ha opportunamente informato le forze dell’ordine: anche questo è un esempio di sicurezza partecipata”.

In soccorso della vittima dell’aggressione, infatti, sarebbe intervenuto un passante dopo aver notato dei movimenti sospetti. L’episodio è stato denunciato alle forze dell’ordine che sono al lavoro per ricostruire la vicenda. “Nel frattempo continuiamo a lavorare per la sottoscrizione del Patto per la sicurezza e la riforma della polizia locale – ha concluso il primo cittadino -. Servono più agenti per le strade, non ci stancheremo di ripeterlo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venditore di rose insultato e picchiato in centro a Treviso

TrevisoToday è in caricamento