Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Veneto Banca, finanziamenti per oltre mille scuole cattoliche

Veneto Banca supporta i progetti delle scuole paritarie cattoliche venete con una convenzione e borse di studio per gli studenti meritevoli

MONTEBELLUNA — Più di mille scuole dell’infanzia (1.073), 176 tra primarie e secondarie di primo e secondo grado e 140 centri di formazione professionale, per un totale di circa 136.000 alunni, 11.300 docenti e 11.780 non docenti: questi i numeri della convenzione sottoscritta tra Veneto Banca e, per la prima volta in forma unitaria, da tutte le associazioni di rappresentanza delle scuole paritarie cattoliche del Veneto. Il documento prevede un’ampia offerta di finanziamenti dedicati alla formazione, conti correnti a condizioni di favore e l’erogazione di borse di studio. In particolare, a partire dall’anno scolastico in corso, Veneto Banca offre alle famiglie che condividono i principi e i valori del percorso educativo delle scuole paritarie cattoliche del Veneto una linea di credito comprendente l’anticipo delle rette a condizioni agevolate. Si tratta di uno strumento che, in questo periodo non facile per l’economia italiana, risponde a crescenti esigenze sociali e consente agli istituti coinvolti di poter garantire il normale svolgimento delle attività formative.

La convenzione è stata firmata lunedì mattina a Montebelluna dal Condirettore Generale di Veneto Banca, Mosè Fagiani, dal Responsabile Scuola Educazione Università della Conferenza Episcopale del Triveneto, Don Edmondo Lanciarotta, e dai Rappresentanti delle Associazioni: Stefano Cecchin per Fism Veneto (Federazione italiana scuole materne), Virginia Kaladisch per Fidae Veneto (Federazione istituti di attività educativa), Michele Dimiddio per Agesc Veneto (Associazione genitori scuole cattoliche) e Renato Meggiolaro per Forma Veneto (Formazione Professionale).  “Le scuole cattoliche e i centri di formazione professionale in Veneto rappresentano una realtà molto significativa – afferma il Condirettore Generale Fagiani – e spesso operano in territori dove non esistono strutture statali equivalenti, come avviene ad esempio in molte località con gli asili parrocchiali”. “Il documento sottoscritto oggi – spiega Fagiani – ha l’obiettivo di consentire alle famiglie di accedere con più facilità ai servizi offerti da queste realtà, fornendo un appoggio economico a condizioni di favore e, al contempo, un conto corrente a spese molto contenute. In aggiunta, abbiamo scelto di sostenere le scuole nella premiazione del merito, mettendo a disposizione delle borse di studio per gli studenti migliori”.  “Questa convenzione – sottolinea Fagiani – si va ad affiancare al sostegno che da sempre forniamo ai genitori nella formazione dei figli, con finanziamenti per l’acquisto di libri di testo, pc e strumenti musicali, l’apprendimento delle lingue straniere, il pagamento delle tasse universitarie e l’iscrizione a master post-universitari”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veneto Banca, finanziamenti per oltre mille scuole cattoliche

TrevisoToday è in caricamento